Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

10/09/2015
Alessandria, la polizia avvisa: attenti alle truffe!

In seguito ai fatti accaduti nei giorni scorsi in Alessandria dove un anziano cittadino è stato raggirato e derubato da FALSO APPARTENENTE ALLE FORZE DELL’ORDINE, la Polizia di Stato rivolge un appello a tutta la cittadinanza della Provincia di Alessandria.

“OCCHIO ALLE TRUFFE! NON FIDATEVI DEGLI SCONOSCIUTI”

Due giorni fa, in Alessandria, un uomo è stata derubato da una persone che mediante un raggiro si è presentata alla porta di casa qualificandosi come appartenente alla Guardia di Finanza. Entrato in casa con la scusa di controllare la veridicità di banconote custodite nelle abitazioni, si è impossessato di circa 3.000 euro in contanti e di alcuni gioielli in oro per un valore di circa 30.000 euro.

Capita spesso, purtroppo, che persone anziane, “facili prede” per i truffatori, vengano raggirate e derubate di tutti i loro averi, compresi quelli che, oltre ad un ingente valore patrimoniale, rivestono un valore ancor più grande dal punto di vista affettivo.

Queste persone vengono, dunque, depauperate, con inaudita violenza psicologica dei loro ricordi, dei loro affetti, la cui restituzione risulta alquanto difficile da parte di chi è deputato a recuperare la refurtiva.

Questo accade, il più delle volte, a persone sole che, sia pure con il solo intento di scambiare due chiacchere si lasciano avvicinare da chi, fingendo di essere un operatore AMAG, ENEL o ancora, un appartenente alle forze dell’ordine o, semplicemente, una persona apparentemente gentile che vuole aiutarle ad attraversare la strada o a portare le borse della spesa o, come nel caso appena descritto, subito dopo, le spodestano dei loro averi.

Pertanto, la Polizia di Stato, nel contesto dell’attività di informazione/prevenzione rivolta alla cittadinanza, rinnova l’appello affinchè si faccia attenzione a:

Non aprire la porta agli sconosciuti, neppure se vestono l’uniforme o dichiarino di essere dipendenti di aziende pubbliche, seppur muniti di cartellino identificativo o di tesserino;

Non lasciarsi avvicinare, per strada, da chicchessia e di non rivelare notizie sui propri famigliari, sulla propria abitazione o, peggio, sul luogo in cui nascondono il denaro o gli oggetti preziosi;

Di far attenzione quando si usa il bancomat o quando ci si reca in posta o in banca per prelevare denaro e, nel caso in cui ci si senta osservati o seguiti, si raccomanda di entrare in un esercizio commerciale in modo tale da non restare soli;

Di digitare i numeri “113” e “112” qualora si abbia un qualunque sospetto. I numeri sono gratuiti e la tempestiva segnalazione eviterà che sia perpetrato il reato e, grazie al conseguente tempestivo intervento della Volante di zona, assicurerà alla giustizia il malvivente;

Di dotare, ove possibile, la propri a abitazione o l’esercizio pubblico di cui si è proprietari o gestori, di un impianto di allarme e/o videocamere, collegati al proprio telefono cellulare o alle centrali operative delle Forze dell’Ordine.

La Polizia di Stato di Alessandra proseguirà tale campagna informativa attraverso una serie di incontri, che si terranno nelle prossime settimane, all’interno dei punti di ritrovo degli anziani, sia in centro che nella periferia di Alessandria.

Il calendario degli incontri programmati sarà comunicato agli organi di stampa ai quali la Polizia di Stato chiede, sin da ora, la massima diffusione dei consigli all’uopo forniti, affinchè i cittadini si sentano più sicuri ed ancora una volta diciamo: “Attenti alle truffe”!.






Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.