Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

27/05/2015
Tre fermi per riciclaggio di ciclomotori sulla A26.

Nella giornata del 20 maggio scorso, la Polizia di Stato ha proceduto al fermo di p.g. di tre cittadini di nazionalità tunisina, rispettivamente J.M., classe 1976, B.M., classe 1973 e A.S., classe 1975, in quanto resisi responsabili del reato, in concorso, di riciclaggio di motocicli.

Verso le ore 15,30 circa, sulla A26, in località Predosa (AL), gli agenti della Polizia di Stato della Sottosezione della Polizia Stradale di Ovada hanno sottoposto a controllo un autocarro Peugeot con targa francese, alla cui guida si trovava un cittadino di nazionalità tunisina, di anni 39, residente in Polonia, oltre ad altri due passeggeri, suoi connazionali, residenti in Francia.

Da approfonditi controlli, gli operatori della Polizia di Stato hanno accertato che uno dei due ciclomotori, rinvenuti all’interno del furgone, “Vespa Piaggio”, era provento di furto in Francia, in località Lione, mentre relativamente all’altro, “Mbk Ovetto”, sono ancora in corso accertamenti per stabilirne la provenienza.

I due motoveicoli sono stati sottoposti a sequestro ed i tre soggetti sottoposti a fermo e tradotti presso la Casa Circondariale “Don Soria” di Alessandria.







Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.