Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

18/05/2015
In viaggio verso la Tunisia con merce rubata: fermati dalla polizia.

La Polizia di Stato ha sottoposto a fermo di P.G. due cittadini di nazionalità tunisina, di anni 31 e 35, residenti in Francia, risultati in possesso, a seguito di controllo in autostrada, di tre ciclomotori, due biciclette da competizione e tre motori fuori bordo proventi di furto.

Lo scorso 13 maggio, verso le ore 11.30 circa, la pattuglia della Sottosezione della Polizia Stradale di Ovada, nel corso di un regolare servizio di vigilanza stradale sull’A/26 dei trafori, ha fermato, lungo la progressiva chilometrica 30+000 dell’A/26 sud, nel territorio del Comune di Belforte Monferrato (AL), due furgoni, un Citroen Jumper ed un Ford Transit, con targa francese.

Entrambi i veicoli erano carichi all’inverosimile di masserizie, tanto che il furgone Ford Transit veniva sanzionato ai sensi del Codice della Strada per l’eccedenza del carico.

Un più approfondito controllo della merce trasportata sul mezzo permetteva di scoprire che su uno dei due erano nascosti, tra le varie masserizie, più ciclomotori, velocipedi e motori fuoribordo.

All’espressa richiesta di esibire i documenti di circolazione dei ciclomotori o comunque dimostrarne il legittimo possesso, gli uomini dichiaravano di effettuare un viaggio per conto di terzi soggetti, ma non erano in grado di consegnare alcun documento o attestazione inerente l’acquisto dei ciclomotori, né delle biciclette e dei motori fuoribordo che erano presenti sugli autocarri

Mostravano, però, agli Agenti della Polizia di Stato, i biglietti nominativi validi per il solo viaggio di andata da Genova a Tunisi, con partenza quel pomeriggio stesso, e risultavano in possesso di ingente denaro contante

Gli elementi raccolti indicavano che la merce smontata e nascosta nei vani di carico dei furgoni, dietro borse, elettrodomestici e suppellettili vari, veniva trasportata dalla Francia al Nord-Africa transitando per il Piemonte, effettuando quell’operazione di “trasferimento dei beni” di illecita provenienza ipotizzata dall’art. 648/bis del c.p.

Sussistendo i gravi indizi di colpevolezza, nonché il pericolo di fuga dei soggetti, munito già di biglietto di viaggio e, pertanto, pronto a ritornare nel Paese di origine, gli agenti della Polizia Stradale, hanno proceduto immediatamente al fermo di P.G., convalidato, ed al sequestro penale della merce rinvenuta che sarà restituita ai legittimi proprietari.

L’Autorità Giudiziaria ha disposto l’associazione dei fermati alla Casa Circondariale “Cantiello e Gaeta” di Alessandria.






Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.