Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

20/04/2015
Casale Monferrato, una denuncia per furto aggravato e continuato.

La Polizia di Stato di Casale M.to, il 14 aprile scorso, a conclusione di una tempestiva attività di indagine scaturita dalla denuncia di furto in abitazione di numerosi oggetti preziosi in oro e in argento ai danni di una donna casalese, ha individuato e denunciato l’autrice del reato e recuperato parte della refurtiva.

La vicenda ha avuto inizio il 31 marzo scorso, quando la vittima ha denunciato in Commissariato di aver subito ripetuti ammanchi di gioielli di famiglia all’interno della propria abitazione, per un valore di oltre 2.500,00 €.
Le indagini sono state subito indirizzate verso le persone che frequentavano a vario titolo l’abitazione della vittima, in quanto non erano stati rilevati segni di effrazione sulle porte di ingresso della casa.

Contestualmente, la Squadra Investigativa ha effettuato un controllo presso diversi negozi di “compro oro” e, in uno di essi, ha accertato che erano stati venduti, nell’arco di tempo compreso fra ottobre 2014 e il marzo di quest’anno, la gran parte degli oggetti preziosi trafugati alla denunciante.

La persona che aveva venduto detti oggetti, una donna italiana di circa 60 anni, è risultata essere una delle due collaboratrici famigliari della madre convivente della vittima del reato.
La donna, a seguito della vicenda, convocata in questi Uffici, ha finito con l’ammettere ogni responsabilità, giustificando i ripetuti furti con le gravi difficoltà economiche in cui versa.
La stessa è stata, pertanto, segnalata all’Autorità Giudiziaria per il reato di furto aggravato e continuato.
Naturalmente, a conclusione della vicenda, è seguito l’inevitabile licenziamento.

Alla parte offesa sono stati restituiti alcuni monili e cioè quanto restava non ancora avviato alla “fusione” dall’azienda acquirente.






Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.