Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

03/04/2015
Il rinnovato Museo Egizio di Torino.

“L’esempio di come di può riuscire a coniugare tre importanti funzioni: la salvaguardia, la valorizzazione e la divulgazione di un enorme patrimonio culturale”: il presidente della Regione, Sergio Chiamparino, ha definito così il nuovo Museo Egizio partecipando alla cerimonia di inaugurazione del rinnovato allestimento insieme al ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini, al sindaco di Torino, Piero Fassino, all’assessore regionale alla Cultura, Antonella Parigi, il presidente della Fondazione Museo Egizio, Evelina Christillin, il presidente della Compagnia di San Paolo, Luca Remmert, e il segretario generale della Fondazione Crt, Massimo Lapucci.

“Promuovere la fruizione di massa del patrimonio culturale - ha aggiunto Chiamparino - non vuol dire svalorizzarlo, sminuirlo, anzi, a mio dire significa il contrario. Questo spettacolare museo è un dato di fatto dal quale ripartire. Nel nostro Paese dobbiamo imparare a riflettere sui fatti concreti più che impantanarci nelle parole. E l’Egizio è il risultato di una importante sinergia tra pubblico e privato. Se la cultura pubblica riflettesse un po' su questo aspetto si potrebbe fare del patrimonio pubblico culturale italiano una grande risorsa in grado di fare dell’Italia un punto di riferimento nel mondo”.

Temi sui quali ha insistito anche il ministro Franceschini, che ha parlato di “modello di collaborazione tra pubblico e privato, che ha consentito di salvaguardare una grande qualità e mettere le basi per un nuovo museo basato sulla ricerca. Sono certo che sarà un grande successo italiano e internazionale, trattandosi di una collezione strepitosa con un allestimento molto moderno in cui non c’è un affollamento di opere, ma ampi spazi che permettono un’ottima fruizione”.

L’apertura rappresenta un grande traguardo raggiunto rispettando tempi ed i costi stabiliti: tre anni e mezzo di lavori ed un investimento di 50 milioni di euro stanziati dai soci della Fondazione del Museo Egizio, ovvero Regione Piemonte, Comune e Provincia di Torino, Fondazione Crt e soprattutto Compagnia di San Paolo, che ha elargito la metà della somma.







Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.