Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

30/03/2015
Un piano per recuperare l'evasione del bollo auto.

La Regione Piemonte vara un piano per il recupero del bollo auto che è stato evaso. Si tratta di 180 milioni mai pagati per il periodo 2010-2013.

“Tentare di recuperarli - hanno sostenuto il presidente Sergio Chiamparino e il vicepresidente e assessore alle Finanze, Aldo Reschigna, presentando l'iniziativa - è non solo un aiuto per i conti della Regione e uno strumento per evitare aumenti futuri delle tasse, ma anche un sistema per ripristinare una condizione di giustizia".

Il piano nasce dalla constatazione che a fronte di un aumento delle immatricolazioni di auto, le entrate legate al bollo sono diminuite; dal 2010 al 2014 sono aumentate infatti le esenzioni, ma soprattutto i mancati pagamenti. Si partirà con un massiccio invio di lettere agli evasori, i cosiddetti accertamenti bonari: quest'anno saranno 753mila e dovrebbero fruttare un 40% circa di pagamenti, con l'obiettivo di recuperare 80 milioni. Le risorse incamerate saranno destinate alla copertura del disavanzo di gestione 2013 della Regione, che risulta ancora scoperto per quasi 310 milioni.

Prevista anche la riscossione coattiva, che negli anni dal 2007 al 2014 ha portato al recupero di oltre 71 milioni di euro: saranno 738mila, per una somma superiore ai 171 milioni, dei quali si conta di recuperarne 55.

"Non vogliamo mettere in difficoltà i cittadini - hanno rimarcato Chiamparino e Reschigna - ma le note vicende che hanno coinvolto la Gec, la precedente concessionaria, e l'internalizzazione della riscossione ci hanno lasciato in eredità questa situazione. Per chi è davvero in difficoltà sarà possibile ricorrere a dilazioni di pagamento. E per chi non paga scatterà la riscossione coattiva attraverso Equitalia".







Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.