Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicitŕ nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilitŕ
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiositŕ Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la cittŕ degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la cittŕ Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocitŕ sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

23/03/2015
Alessandria, appiccano un incendio in un alloggio ATC, arrestati.

Nel pomeriggio di domenica, 22 marzo scorso, la Polizia di Stato ha arrestato, in flagranza di reato, due cittadini di nazionalità marocchina, rispettivamente di 34 e 31 anni, in quanto resisi responsabili dei reati di “resistenza al Pubblico Ufficiale” e “incendio doloso” in abitazione.

Erano le ore 14,20 circa quando gli agenti della Sezione Volanti, su disposizione della Sala Operativa, hanno raggiunto Via Verona, ove insiste il complesso dell’ATC, presso il quale era stato segnalato un incendio in un alloggio sito al secondo piano. Ancor prima che sopraggiungessero i Vigili del Fuoco, gli agenti di Polizia, giunti sul posto, hanno immediatamente notato un uomo che tentava di scappar via dallo stabile, aumentando il passo alla vista degli operatori.

Prontamente bloccato dagli agenti, l’uomo tentava di divincolarsi sferrando calci e pugni, senza, però, riuscire a conquistare una via di fuga. Gli agenti di Polizia, infatti, nonostante l’aggressività dell’uomo, sono riusciti a bloccarlo ed ammanettarlo.
Appena giunti i Vigili del Fuoco e la seconda pattuglia, gli agenti hanno raggiunto l’alloggio, già oggetto di numerosi interventi di Polizia ed in uso a cittadini di origine straniera, all’interno del quale si notavano fiamme alte ed un fumo denso che fuoriusciva dalle finestre.

Nel momento in cui i Vigili del Fuoco hanno iniziato a domare le fiamme, dall’alloggio è uscito un uomo che, dirigendosi verso il vano scale, tentava chiaramente di scappare, ma è stato raggiunto dagli agenti con i quali è iniziata una colluttazione, nel tentativo di fermarlo.
Anche questo secondo soggetto, in evidente stato di ebbrezza come il primo, nonostante i vari tentativi di divincolarsi e di aggressione ai Poliziotti, è stato bloccato.
Dai successivi controlli in Banca Dati, a carico di entrambi i soggetti sono emersi precedenti penali per reati contro il patrimonio, detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, nonché reati in materia di immigrazione in quanto clandestini sul Territorio Nazionale.

All’esito della perquisizione, i due fratelli sono stati trovati in possesso di accendini a gas, presumibilmente utilizzati per provocare l’incendio, la cui natura, come formalizzato in apposita relazione dei Vigili del Fuoco, risulta di origine dolosa.
All’interno della vasca da bagno, infatti, è stato rinvenuto un cumulo di materiale cartaceo al quale era stato dato fuoco poco prima.
A dire dei vicini, i due fratelli erano soliti litigare, minacciando, in svariate occasioni, di dar fuoco all’alloggio, soprattutto dopo la sbronza ed anche domenica avevano iniziato a litigare furiosamente, urlando e dando delle martellate contro il muro, nonché lanciando pezzi di mobili rotti all’interno del cortile, per poi appiccare il fuoco, lasciando che divampasse ed impedendo a chiunque di avvicinarsi.

L’appartamento si presentava in un tale stato di degrado e di abbandono, al punto che la spazzatura, sparsa ovunque, rendeva difficile l’apertura della porta ed i pezzi di mobili rotti in terra rendevano difficile il passaggio.
L’appartamento è stato, pertanto, sottoposto a sequestro e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per gli accertamenti ed i due fratelli arrestati per resistenza al Pubblico Ufficiale e per incendio doloso.









Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicitŕ nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.