Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

20/11/2014
Lotta agli atti vandalici sui treni.

I recenti e ripetuti gravi atti vandalici compiuti nei confronti del materiale rotabile hanno spinto l’assessore regionale ai Trasporti, Francesco Balocco, ad intraprendere di concerto con Trenitalia una serie di misure per tentare di arginare un fenomeno in netta crescita e che ogni anno costa milioni di euro ai contribuenti e pesanti disagi ai pendolari.

“Non è tollerabile - sostiene Balocco - che un’intero sistema ferroviario sia messo a repentaglio da alcune bande di teppisti che causano ingenti danni materiali, circa 2,5 milioni di euro all’anno per la riparazione dei treni, oltre al danno d’immagine, ma soprattuto in termini di disservizio, per i ritardi e le soppressioni dei treni danneggiati e il fermo del materiale per la riparazione. Avevo già proposto di istituire, come avviene in Germania, un premio per chi contribuirà ad identificare i responsabili di atti vandalici. A tal proposito si sta valutando con Trenitalia la possibilità di destinare risorse per creare un fondo dedicato a questo scopo”.

Finora le azioni messe in campo non si sono dimostrate molto efficaci. E' stato così deciso un ulteriore potenziamento dei controlli e l’attivazione di misure straordinarie che saranno discusse con le Questure e le Prefetture interessate. Oltre all’impiego della Polfer, a cui verrà richiesta un’intensificazione della presenza a bordo e del personale di protezione aziendale, viene inoltre ribadita l’importanza della collaborazione di militari e personale di Pubblica sicurezza che possono essere di supporto ai controlli e alla sicurezza, qualificandosi al capotreno.

“Occorre inoltre combattere l’evasione a tutti i livelli - prosegue Balocco - perché il sistema non può più sopportarne i costi. In tal senso è necessario evitare anche gli abusi da parte di chi detiene senza averne più titolo le cosidette Tessere Gialle, come recenti fatti hanno dimostrato”.

Numerosi episodi sono accaduti in particolare sulle direttrici Torino-Fossano-Ceva e Torino-Bussoleno-Susa/Bardonecchia, dove non si tratta più solo di graffitari che imbrattano le carrozze ma di vere e proprie scorribande finalizzate al danneggiamento, Inoltre, sono aumentate le segnalazioni di comportamenti aggressivi nei confronti dei controllori da parte di viaggiatori sprovvisti di regolare biglietto. Molti disagi sono causati dal tallonamento dei passaggi a livello da èarte di automobilisti che tentano di passare con le sbarre che si stanno abbassando, un altro comportamento incivile, oltre che sanzionabile a norma di legge, che genera numerosi e pesanti ritardi.








Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.