Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

20/10/2014
Esiti postivi dai controlli sui tagli boschivi.

Rivisitare la legge forestale regionale del 2009, il regolamento attuativo e applicare il relativo piano forestale nell’ottica della semplificazione sono le priorità espresse dall’assessore regionale all’Ambiente, Alberto Valmaggia, nel corso della presentazione con il Corpo forestale dello Stato sui controlli ai tagli boschivi in Piemonte, svoltasi il 16 ottobre a Torino nel palazzo della Giunta.

Dei 198 controlli effettuati nel 2014 dal Corpo forestale dello Stato sulle comunicazioni di tagli boschivi presentate alla Regione, il 74% hanno dato esito positivo per la corretta esecuzione degli interventi, mentre solo l’8% hanno dato seguito a sanzioni. I dati si riferiscono ad un campione statistico del 5% delle notizie di interventi, che hanno raggiunto in totale quota 4.000. Da questi vanno esclusi i tagli effettuati al di sotto dei 5.000 metri quadri di superficie, per i quali non è prevista comunicazione obbligatoria.

“Una percentuale così bassa di sanzioni - ha commentato Alessandra Stefani, ex comandante regionale e attuale vicecapo nazionale del Corpo forestale dello Stato - testimonia della grande attenzione alla legalità e al rispetto delle norme che contraddistingue i cittadini piemontesi”. Sono i risultati ottenuti a due anni dalla modifica del Regolamento forestale della Regione Piemonte. “Ma c’è ancora tanta strada da fare - ha aggiunto Mario Bignami, tecnico del Corpo forestale dello Stato - Il problema è che molto spesso i tagli vengono fatti troppo in fretta e senza capire bene cosa sia il bosco e quali procedure debbano essere applicate per preservarlo”. Di qui la necessità di rivedere il regolamento, intervenendo sulle sue carenze. Stefani ha concluso sottolineando l’importanza della silvicoltura: “Il presidente Napolitano, in occasione delle celebrazioni per i 193 anni dalla nascita del Corpo forestale, ha riconosciuto nella cura dei boschi uno degli antidoti al dissesto idrogeologico che interessa ampie aree del Paese”.






Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.