Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

16/10/2014
Casale M.to, rissa in piazza castello.

Nel tardo pomeriggio di domenica 14 settembre scorso, una “Volante” della Polizia di Stato di questo Ufficio, a seguito di richiesta d’aiuto pervenuta sul “113” è intervenuta in Piazza Castello, nei pressi dei giardini pubblici, per una rissa.

Giunti sul posto gli operanti notavano tre uomini, tutti cittadini albanesi, risultati poi tutti muniti di permesso di soggiorno, ed uno di loro, che presentava vistose macchie di sangue, riferiva di essere stato colpito alla testa, con un bastone, mentre era soccorso dagli altri due che erano suoi parenti.
Immediatamente è intervenuto il servizio di emergenza “118” che giungeva sul posto in brevissimo tempo e prestava il primo soccorso al ferito,un giovane di 18 anni, residente a Livorno, trasportandolo poi al locale Nosocomio.

Nel contempo, uno degli uomini presenti, riferiva agli agenti intervenuti che, qualche minuto prima, suo cognato, nei giardini, era stato aggredito da un loro connazionale che lo aveva colpito al capo con una mazza da baseball.
I primi accertamenti effettuati in loco dagli operatori della “Volante” e da altro personale della Polizia di Stato intervenuto di supporto, permettevano di identificare il fratello del presunto aggressore, che si era reso irreperibile. Contestualmente sul posto era rinvenuta e sequestrata una mazza da baseball in legno bicolore di lunghezza di cm. 71 che corrispondeva a quella utilizzata per perpetrare l’aggressione ai danni del giovane albanese.
In una fase successiva degli accertamenti si appurava che il ferito ed il suo aggressore erano amici e che, solo qualche giorno prima, avevano avuto un acceso diverbio per futili motivi e che la lite successivamente era poi degenerata in quella giornata con uno scontro fisico tra i due e con l’aggressione con la mazza da baseball.

Vista la gravità delle lesioni riportate alla testa, il giovane ferito era trasportato presso l’ospedale di Alessandria per essere operato d’urgenza.

Le successive e immediate investigazioni, svolte dalla Polizia Giudiziaria, tramite individuazioni fotografiche e riscontro sui controlli dei tabulati telefonici, permettevano di identificare l’autore del reato in un giovane albanese, coetaneo del ferito, residente in Casale M.to, che era segnalato in stato di libertà per il reato di lesioni gravissime alla Procura della Repubblica di Vercelli.

A seguito della citata informativa e su richiesta del Pubblico Ministero, il G.I.P. del Tribunale di Vercelli, il 4 ottobre u.sc., ha emesso nei confronti dell’indagato una ordinanza di applicazione di misura cautelare personale, per i reati di lesioni personali gravissime, con obbligo di dimora nel comune di Casale M.to e di permanenza nella abitazione dalle ore 20,00 alle ore 08,00, che è stata eseguita dalla Polizia di Stato casalese.









Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.