Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

25/07/2014
Delocalizzazione industriale: il Piemonte in controtendenza.

La voglia di investire nella produzione italiana e di fare marcia indietro sulle delocalizzazioni produttive contagia anche la Germania. Dopo che in questi ultimi anni la globalizzazione ha spinto centinaia di aziende a trasferirsi all’estero, quello a cui si è assistito il 23 luglio presso la FIR Fulda di Sant’Ambrogio di Torino, azienda del gruppo tedesco Wirth Fulda, è il fenomeno opposto: la rilocalizzazione di un’impresa.

Il gruppo tedesco ha infatti deciso per il trasferimento di importanti volumi produttivi da uno stabilimento del gruppo in Germania al sito italiano. Una decisione strategica, che determinerà quasi un raddoppio dei volumi produttivi realizzati nel sito piemontese, con importanti ricadute dal punto di vista occupazionale sul territorio e con importanti riflessi sull’indotto. Attualmente lo stabilimento FIR Fulda si avvale di 68 dipendenti, 800 clienti in tutto il mondo per oltre 80 settori commerciali. Sei anni fa era nelle intenzioni della proprietà tedesca chiudere lo stabilimento e trasferire tutta la produzione in Germania. Mantenere l’azienda in Italia consentirà invece di aumentare il volume della produzione di oltre il 70% rispetto alla produzione odierna con un passaggio di fatturato dagli 8 milioni di euro attuali a 11 milioni annui, il ritorno dell’attività a pieno regime nel sito di Sant‘Ambrogio, l’introduzione del lavoro stabile a più turni, l’assicurazione di 68 posti di lavoro, il mantenimento dei posti indiretti dei subfornitori e dei partner localizzati a Sant’Ambrogio e nell’intero Piemonte, l’assunzione di circa 10 lavoratori nei prossimi anni, infine investimenti per circa un milione di euro per l’adeguamento delle capacità produttive.

“Si tratta di un fatto molto importante e di un segno significativo di speranza e fiducia, a dimostrazione delle capacità e professionalità che il Paese Italia può e sa esprimere - ha dichiarato l’assessore regionale al Lavoro, Gianna Pentenero, presente all’inaugurazione dello stabilimento - Per uscire dalla crisi e rilanciare l’economia non solo abbiamo bisogno di lavoro, dunque di imprese, sia italiane che straniere, disposte ad aprire e mantenere stabilimenti produttivi in Italia, ma anche di nuovi imprenditori con idee tecnologiche ed innovative disposti ad avviare delle imprese nel nostro paese. Anche le istituzioni devono fare la loro parte per incentivare i ritorni delle aziende, deve fare quegli stessi interventi di politica industriale necessari a rendere più attrattivo il Paese per gli investimenti: semplificazione amministrativo-burocratica, incentivi fiscali, certezza dei tempi”.






Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.