Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

23/07/2014
Riunione della Giunta regionale del 21 luglio.

Riorganizzazione dell’ente, sanità e programmi territoriali integrati sono stati i principali argomenti trattati questa mattina dalla Giunta regionale nel corso di una riunione coordinata dal presidente Sergio Chiamparino.

Riorganizzazione. Come hanno illustrato nel successivo incontro con i giornalisti il vicepresidente Aldo Reschigna e l’assessore Giovanni Maria Ferraris, è stato definito il disegno di riorganizzazione dell’ente, che prevede la riduzione da 16 a 10 del numero delle direzioni: ve ne saranno sette di line (Sanità e politiche assistenziali; Coesione sociale; Governo del territorio, Trasporti e Infrastrutture; Agricoltura; Difesa del suolo, Ambiente, Montagna Opere pubbliche, Cultura, Turismo, Sport, Sacri Monti; Competitività del sistema regionale) e tre di staff (Gabinetto del presidente; Bilancio, Finanze, programmazione economica, Attività istituzionale, Legale, Enti locali). Viene creata anche la figura del Segretario generale, che si occuperà di coordinamento dei direttori, del personale e dell’organizzazione regionale. Quest’operazione, che comporta un risparmio di 1,2 milioni di euro annui, si inserisce nel processo di diminuzione della spesa per il personale, che si vuole ridurre di 9 milioni entro il 2016. Il primo compito dei nuovi vertici sarà la ridefinizione dei settori che compongono le varie direzioni. Reschigna e Ferraris hanno sottolineato che “oltre ad una riduzione della spesa, si avrà un’organizzazione più efficiente e moderna della macchina regionale. Vogliamo che tutto sia concluso prima del trasferimento delle strutture nel nuovo palazzo unico”.

Sanità. Un disegno di legge presentato dall’assessore Aldo Reschigna stabilisce una variazione al bilancio di previsione 2014 di 778 milioni di euro quale terza tranche del finanziamento in conto anticipazione concesso dal Ministero dell’Economia e Finanze per il pagamento dei debiti commerciali delle aziende sanitarie.

Come proposto dall’assessore Antonio Saitta, sono stati approvati:

- l’affidamento a Fulvio Moirano dell’incarico di direttore della direzione regionale Sanità, in quanto l’esperienza maturata in ambito sanitario sul versante gestionale e su quello di controllo dei sistemi complessi risulta pienamente rispondente all’esigenza di intraprendere azioni e programmare interventi volti a migliorare l’efficienza del sistema sanitario regionale mediante il pieno recupero del ruolo di indirizzo e governo della Regione;

- un disegno di legge sulle modalità gestionali, organizzative e di funzionamento dell’Istituto zooprofilattico di Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta, che vanno aggiornate alla normativa nazionale del 2012;

- un disegno di legge che dispone l’abrogazione del Consiglio regionale di sanità e assistenza (Co.re.s.a.).

PTI. Sono stati approvati, su proposta dell’assessore Aldo Reschigna, gli schemi di accordo di programma attuativo riguardanti i seguenti Piani territoriali integrati, strumenti con i quali un insieme di attori interessati allo sviluppo strategico dei propri territori elaborano e realizzano progetti condivisi per valorizzare le potenzialità locali:

- “Sistema di energy management” e “Riassetto del quadrante nord-est di Torino”, da stipulare con il Comune di Torino, ed assegnazione del contributo regionale di 3.340.000 euro;

- “Reti 2011”, da stipulare con i Comuni di San Mauro Torinese, San Benigno Canavese, Settimo Torinese e Rivalba, ed assegnazione del contributo regionale di 1.918.000 euro;

- “La cultura del territorio: innovazione nella tradizione”, da stipulare con i Comuni di Saluzzo, Costigliole Saluzzo, Lagnasco e Scarnafigi, Comunità montane Valli Grana-Maira e Valli del Monviso e Fondazione Carigefas, ed assegnazione del contributo regionale di 1.918.000 euro;

- “Freddo, logistica, energia per uno sviluppo competitivo”, da stipulare con i Comuni di Casale Monferrato ed Occimiano, ed assegnazione del contributo regionale di 1.918.000 euro.

La Giunta ha inoltre approvato:

- su proposta dell’assessore Antonella Parigi, l’adesione della Regione alla Fondazione Torino Musei in qualità di socio fondatore successivo;

- su proposta dell’assessore Gianna Pentenero, l’autorizzazione all’Inps per il pagamento delle domande di mobilità in deroga con decorrenza 1° aprile-31 agosto 2014;

- su proposta dell’assessore Aldo Reschigna, la costituzione di parte civile della Regione nel procedimento penale riguardante l’ex direttore generale dell’Atc di Asti, Pierino Santoro, e la definizione degli incentivi finanziari da destinare al Comune istituito mediante fusione di due o più Comuni contigui;

- su proposta dell’assessore Alberto Valmaggia, l’espressione dell’intesa per il rilascio da parte del Ministero dello Sviluppo economico dell’autorizzazione sul progetto di dismissione del deposito di stoccaggio di oli minerali sito all’interno della centrale termoelettrica di Moncalieri.






Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.