Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

12/06/2014
Alessandria, operazione "Blue Night".

Il reclutamento delle ragazze avveniva nei Paesi dell’Est e Nord Europa. Le portavano in Italia con la promessa di un posto di lavoro “regolare” in ristoranti, pizzerie e discoteche, ma alla fine le obbligavano a prostituirsi nei locali notturni.

L’operazione “Blue night”, condotta dalla Squadra Mobile di Alessandria, con il coordinamento del Servizio centrale operativo (Sco), ha portato in carcere complessivamente 18 persone. Nel corso delle indagini sono stati cinque gli arresti eseguiti in flagranza di reato, mentre altri due sono stati effettuati durante l’esecuzione di 11 ordinanze di custodia cautelare.

Gli arrestati sono accusati, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, alla falsificazione di documenti validi per l’espatrio, nonché al favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.

Sequestrati preventivamente cinque locali notturni della zona di Alessandria: Leopard, Dollar, Queen’s, Black and White e Miami.

L’indagine ha preso il via nel giugno 2012, quando gli investigatori hanno iniziato a indagare sull’incendio doloso di un night, ritenendo che fosse legato a problemi di racket o di rivalità tra locali. Dal monitoraggio dei telefoni di alcuni proprietari di locali è invece uscito fuori il giro di prostituzione che gravitava intorno a night e discoteche della zona.

Le ragazze percepivano circa 80 euro al giorno, venivano fatte entrare clandestinamente nel nostro Paese e alloggiate in appartamenti messi a disposizione da un’agenzia immobiliare compiacente.
Poi venivano distribuite nei locali notturni dove adescavano i clienti e, a volte, avviavano alcune attività “preliminari” in sale riservate.

Le prestazioni sessuali vere e proprie avvenivano fuori dai locali, e il denaro che le ragazze “guadagnavano” veniva tutto consegnato all’organizzazione.

Per assicurare continuità all’attività lavorativa delle prostitute, il gruppo criminale faceva arrivare i loro passaporti nei Paesi d’origine, dove ottenevano i timbri di entrata e uscita dal territorio Schengen, evitando così il rientro in patria delle ragazze.

All’operazione hanno partecipato circa 90 agenti della Questura di Alessandria, 30 del Reparto Prevenzione Crimine di Torino nonché le Squadre Mobili di Biella, Novara, Vercelli, Torino e Pavia.






Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.