Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

05/03/2014
Fondi europei 2014-20: approvato il documento strategico unitario.

Con l’approvazione del documento strategico unitario avvenuta il 4 marzo in Consiglio regionale è stato dato ufficialmente avvio alla nuova programmazione dei Fondi europei 2014-2020, che consentiranno al Piemonte di poter utilizzare oltre 2 miliardi e 100 milioni di euro tra risorse provenienti direttamente dall’Europa e cofinanziamenti nazionali. La novità più importante rispetto alla precedente programmazione è l’utilizzo integrato dei diversi fondi, con un coinvolgimento più diretto dei “portatori di interesse”.

Il voto è stato accolto con soddisfazione dal presidente Roberto Cota: “Anche per il periodo 2014-20 il Piemonte è pronto ad impiegare al meglio quelli che sono i fondi strutturali europei. Ogni giorno si dimostra l'importanza del lavoro che abbiamo fatto dall'inizio di questa legislatura”.

“Il documento approvato - continua il vicepresidente e assessore al Bilancio, Gilberto Pichetto Fratin - rappresenta già il frutto di un confronto intenso e condiviso. La nuova programmazione deve proporsi obiettivi ambiziosi e verificabili, semplificando e rafforzando la governance dei servizi e il modello di sviluppo e gestione delle politiche. È necessario operare una discontinuità nei contenuti e nel metodo con la programmazione precedente, in particolare in materia di politiche per il lavoro e lo sviluppo, su cui concentreremo particolarmente gli sforzi in modo integrato, così come ci chiede l’Europa. Il documento è quindi uno strumento flessibile, in grado di lasciare spazio alle amministrazioni future affinché agiscano a livello di Piano operativo regionale in base allo scenario dei prossimi anni. Sono soddisfatto per la collaborazione già messa in atto e posso garantire che alcune delle questioni emerse in sede di dibattito in aula, a cominciare dalle risorse per le politiche sociali, non devono trovare alcuna preoccupazione”.

Su questo argomento l’assessore alla Sanità, Ugo Cavallera, precisa che “la direzione Politiche sociali sta attualmente conducendo dei tavoli di lavoro di concertazione con il territorio per definire in modo più puntuale una serie di obiettivi generali, realizzabili attraverso azioni specifiche. Questo allo scopo di orientare la programmazione 2014-2020 alla realizzazione di progetti che abbiano come riferimento la ‘cura della comunità’ e l’integrazione fra le politiche del lavoro e le politiche sociali”.

Il Dsu, che costituisce una novità elaborata per rispondere alle richieste della Commissione europea che, rispetto al passato, esige un tipo di programmazione integrata tra i diversi fondi, oltre a un coinvolgimento attivo degli stakeholders nella fase di elaborazione, recepisce le linee di indirizzo strategico Europa2020 per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva e rafforza l’attenzione sul ruolo chiave del territorio quale contesto per declinare le azioni di sistema. Le aree prioritarie verso le quali si orienta la programmazione sono: controbilanciare le limitazioni strutturali del sistema delle imprese (dimensione, internazionalizzazione, credito); cogliere la forte spinta verso la sostenibilità e l’innovazione offerta dall’Unione Europea favorendo un orientamento del sistema produttivo verso la green economy e la clean production sia nel settore industriale sia in quello agricolo; salvaguardare e tutelare il capitale naturale e gli ecosistemi fornitori di flussi di beni e servizi essenziali; valorizzare il ricco patrimonio ambientale e culturale quale elemento di opportunità di sviluppo; adeguare le politiche attive per il lavoro e del sistema di istruzione e di formazione; ricercare soluzioni innovative per rispondere al crescente squilibrio tra domanda di welfare e risorse disponibili, unitamente al comparire di nuove emergenze sociali; affrontare la sfida della rivitalizzazione delle aree montane e di alta collina.






Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.