Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

16/10/2013
118, un solo dipartimento per una gestione efficace delle emergenze.

Non c'è nessuno che pensa di costituire l'azienda unica delle emergenze, è un dibattito già fatto in passato e si è deciso di non andare in questa direzione": lo ha chiarito l'assessore alla Sanità, Ugo Cavallera, intervenendo il 15 ottobre in Consiglio regionale ad una seduta straordinaria sul 118 chiesta dalle opposizioni.

“Tutta la nostra azione - ha spiegato Cavallera - mira a consolidare un dipartimento interaziendale. Sui temi rilevanti si può agire così per una gestione più efficace, come facciamo anche con la rete oncologica. Questo vuol dire perimetrare meglio le risorse finanziarie e di personale, fatto importante in un'epoca nella quale occorre programmare molto bene i vari filoni di spesa”.

Riguardo al personale, l'assessore ha puntualizzato che “il 50% circa degli infermieri che fa ancora capo alle Asl manterrebbe il posto di lavoro invariato, ma cambierebbe la dipendenza segnata in busta paga. Nella deliberazione è anche prevista la possibilità di rientro nella Asl di provenienza, anche in soprannumero. Il 25% dei medici non è contrattualizzato. Molti lavorano in pronto soccorso a gettone orario, al di fuori dell'orario di servizio, come previsto dalle normative e come avviene anche in altri campi. Con la mobilità volontaria invece che obbligatoria, come prevederà il bando che la Giunta si appresta a varare, assicuriamo un percorso soft, che non va a destabilizzare il sistema”.

Cavallera ha poi rilevato che “mai come in questa fase la sanità piemontese è stata indagata dalla ragioneria di Stato, dalla Corte dei Conti, dalle istanze del Consiglio regionale. Ma alla fine deve funzionare e per funzionare c'è un solo modo, si deve prendere una linea e tenerla fino alla fine. La trasformazione del 118 è stata compiuta per tre quarti, ora la dobbiamo completare".

Infine, ha annunciato che il Piemonte sarà una delle prime Regioni ad usufruire del servizio 112, il numero europeo delle emergenze.







Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.