Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

26/07/2013
La Regione non ha aumentato i ticket sanitari.

La Regione non ha aumentato i ticket sulle prestazioni sanitarie, come invece sostengono Cgil, Cisl e Uil.

La direzione Sanità fa presente che la delibera di Giunta del 2 luglio scorso, alla quale fanno riferimento i sindacati, è semplicemente l’applicazione della revisione del nomenclatore tariffario per le prestazioni di assistenza specialistica ambulatoriale e di ricovero previsto da un decreto del Ministero della Salute. Dunque, un obbligo di legge e non una scelta discrezionale della Regione.

Il decreto ha provveduto, in applicazione della spending review, a determinare le tariffe massime per la remunerazione delle prestazioni di assistenza ospedaliera per acuti, assistenza ospedaliera di riabilitazione e lungo-degenza post acuzie e di assistenza specialistica ambulatoriale, ed ha individuato anche i criteri generali in base ai quali le Regioni sono tenute ad adeguare il proprio sistema tariffario ai principi di appropriatezza ed efficienza.

Nella stragrande maggioranza dei casi le tariffe vengono ridotte, con benefici economici per i cittadini. Inoltre, non viene modificato il tetto massimo di compartecipazione che continua a rimanere di 36,15 euro + 30 euro di quota fissa. Alcuni esempi: il costo di una ricetta base relativa agli esami di laboratorio comprendente emocromo, esame urine, enzimi epatici, colesterolo, trigliceridi, glicemia passa da 21,70 (17,20+4,50) passa a 16,30 euro (13,30+3), con una diminuzione di 5,40 euro; il costo a carico del cittadino non esente di una Tac toracica passa da 61,65 (36,15+25,50) a 58,95 euro (36,15+22,80), con una diminuzione di 2,70 euro.

L’esempio della prima visita specialistica è uno dei pochi casi (4% del totale) nei quali vi è un lieve aumento, dovuto all’incremento del costo base della prestazione definito a livello ministeriale e di conseguenza all’aumento automatico della “quota fissa”.






Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.