Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

15/07/2013
Il Terzo Valico deve partire con il piede giusto.

“La realizzazione di una grande infrastruttura come il Terzo valico deve finalmente partire, e partire con il piede giusto. Occorre pertanto da una svegliata a Roma e a tutto l'apparato burocratico”: il presidente della Regione, Roberto Cota, non ha usato giri di parole per esprimere il suo pensiero agli amministratori locali che ha incontrato il 13 luglio ad Alessandria con l'assessore regionale agli Enti locali, Riccardo Molinari.

Al presidente della Provincia, Paolo Filippi, ed ai sindaci di Alessandria, Arquata Scriviam Fraconalto, Novi Ligure, Pozzolo Formigaro, Serravalle, Tortona e Voltaggio, ed al consigliere regionale Rocchino Muliere, Cota ha ribadito che il passo più importante è far partire i cantieri: “E' per questo motivo che nei giorni scorsi ho lavorato con i parlamentari piemontesi per ottenere dal Governo il reinserimento dei 763 milioni di euro per l'avvio dell'opera che erano stati dirottati per il finanziamento della maggior parte degli interventi inseriti nel cosiddetto decreto legge del Fare. Ora questi soldi vanno spesi, E' una corsa contro il tempo, e non dimentichiamo che in questo periodo di crisi aprire i cantieri vuole anche dire creare posti di lavoro”.

Il presidente ha poi invitato a ragionare in un'ottica di Macroregione: “Senza l'ampliamento del porto di Genova e senza il Terzo Valico e la Torino-Lione, dal punto di vista economico il Piemonte muore. E senza Terzo valico non c'è sviluppo per la logistica. Su questi punti c'è un'ottima sintonia con il presidente della Liguria, e riteniamo che questa consapevolezza ci sia anche sul territorio. Bisogna però avere tempi certi sulla realizzazione, perché in questo Paese si parla molto ma si ha la tendenza a rimandare i fatti sempre al dopo. Perché è chiaro che se non si fa un'azione politica, non è che da Roma ci fanno dei piaceri. Ecco allora l'importanza di fare squadra per raggiungere l'obiettivo, affrontando tutti insieme i problemi progettuali che ancora esistono e cercando di risolverli. In provincia di Alessandria ci sono amministratori locali straordinari, maturi, competenti e desiderosi di collaborare”.

Infine, Cota ha annunciato l'intenzione di organizzare per il mese di settembre, con il presidente Burlando, un incontro con il commissario straordinario del Terzo Valico, Lupi, e con tutti gli enti locali interessati di Piemonte e Lombardia per fissare un cronoprogramma preciso.

L'assessore Molinari ha messo in evidenza la compattezza delle amministrazioni alessandrine: “E' estremamente positivo che sia sempre stata la volontà di collaborare per migliorare il progetto e per lo sviluppo del territorio. Occorre ottenere più presenza da Reti Ferroviarie Italiane e dall'Osservatorio, con cui occorre affrontare questioni come il trasporto del materiale di scavo su ferro e non su gomma, il piano cave, le opere compensative. Deve pertanto continuare l'azione di lobby territoriale”.








Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.