Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

15/06/2013
Il rugby insegnato nelle carceri.

Nelle carceri del Piemonte e della Valle d’Aosta verranno avviati progetti d’insegnamento del gioco del rugby, sperimentando un modello di riferimento replicabile in Italia e all’estero, con l’obiettivo di aiutare i detenuti a recuperare ruolo sociale e dignità personale. Ad occuparsene saranno l’associazione Ovale oltre le sbarre, la Federazione Italiana Rugby, il Comitato regionale piemontese FIR e il Provveditorato regionale dell’Amministrazione penitenziaria per il Piemonte hanno firmato il 13 luglio in Regione un apposito protocollo d’intesa alla presenza dell’assessore Michele Coppola.

In virtù delle proprie specifiche competenze, i soggetti coinvolti - che hanno indicano come referenti rispettivamente Walter Rista, Stefano Cantoni, Giorgio Zublena e Marco Bonfiglioli - realizzeranno laboratori didattici, coordinati da tecnici e allenatori FIR e supportati dal personale penitenziario locale, che potranno coinvolgere sino a 30 detenuti in sedute di allenamento bisettimanali di due ore ciascuna.

Il modello di riferimento è l’esperienza progettuale condotta presso il carcere “Lorusso e Cutugno” di Torino, dove dal 2010 l’associazione Ovale oltre le sbarre ha avviato i primi due moduli sperimentali coinvolgendo circa 40 detenuti in attività propedeutica al rugby, costantemente seguiti da un tecnico abilitato FIR e assistiti da medici e personale interno al carcere. Nel 2011, per dare continuità all’iniziativa, è stata costituita l’associazione sportiva La Drola Rugby, la cui squadra composta da circa 30 detenuti di molteplici etnie è stata iscritta nel campionato regionale piemontese di serie C, dove milita ancora oggi. I detenuti-giocatori sono chiamati a sottoscrivere un codice etico e comportamentale che prevede specifici meccanismi sanzionatori in casi di violazione e a rispettare il programma di recupero sviluppato in stretta collaborazione con il personale carcerario.

“Fin dalla sua nascita ho creduto nel progetto dell’associazione Ovale oltre le sbarre - ha detto Coppola - perché basato su regole, sacrificio e rispetto. I temi e le criticità legati al carcere e alla popolazione carceraria sono sempre attuali, come testimoniano i recenti interventi del presidente Napolitano e del ministro Cancellieri. Il progetto testimonia il coraggio di affrontare argomenti difficili e assume quindi un significato importante, per questo come Regione Piemonte rinnoviamo la nostra condivisione e disponibilità a collaborare e a fare gioco di squadra anche per il futuro, per sviluppare questa esperienza, anche in altri istituti”.

L'assessore ha poi letto a tutti i presenti un messaggio con il quale il presidente Roberto Cota ringrazia gli ideatori di questo importante progetto di promozione dello sport nelle carceri.








Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.