Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

23/05/2013
Massima attenzione per le politiche sociali.

Intervenendo il 22 maggio nella riunione della Quarta Commissione consiliare, l’assessore alle Sanità e Politiche sociali, Ugo Cavallera, ha assicurato che la Regione continua, pur nelle difficoltà della situazione finanzaria, ad assicurare un adeguato livello di finanziamento agli enti gestori dei servizi socio-assistenziali.

Infatti, nel 2013 sono previste erogazioni per oltre 127 milioni di euro, che consentiranno tra l'altro il finanziamento delle cure domiciliari in lungo assistenza, mentre lo scorso anno ammontavano a 114.677.000 euro. Va altresì detto che la distribuzione di queste risorse nei diversi capitoli di bilancio risente di impegni che l'amministrazione regionale ritiene doverosi per rispondere alle sollecitazioni degli enti locali su interventi specifici, come quello del rimborso delle spese sostenute per i pazienti ex psichiatrici rivalutati anziani o disabili.

“Con il bilancio 2013 - ha precisato Cavallera - continua così l'opera di revisione della spesa per le politiche sociali e la sua finalizzazione verso interventi specifici a favore soprattutto delle non autosufficienze, riqualificando di fatto il finanziamento indistinto a favore degli enti gestori dei servizi socio-assistenziali”. A questo riguardo va ricordato che la funzione servizi sociali è una competenza gestionale dei Comuni: l'intervento finanziario della Regione ha carattere contributivo rispetto a quello dei Comuni e dei loro consorzi e deve essere finalizzato ad assicurare prioritariamente le prestazioni e i servizi essenziali, previsti dalla legge regionale 1/2004. E’ importante il dibattito sulla quantità delle risorse, ma è altrettanto urgente un confronto nel merito sui servizi e sulle prestazioni considerate essenziali, al fine di valutarne il finanziamento complessivo ed i ruoli della Regione e degli enti locali.

“In un periodo di risorse decrescenti e di bisogni crescenti - ha proseguito Cavallera - occorre prestare grande attenzione alla qualità della spesa e a una corretta allocazione delle risorse. Ci rendiamo conto delle esigenze della popolazione piemontese e siamo disponibili in fase di assestamento ad un integrazione delle risorse per contemperare tutte le necessità, compresi gli asili nido. Mi auguro, altresì, che nel 2013, anche grazie al decreto legge 35 sul pagamento dei debiti della pubblica amministrazione agli enti locali, sia possibile ridurre i tempi di erogazione delle risorse assegnate, con evidenti benefici per tutto il sistema”.








Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.