Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

16/05/2013
Le iniziative della Regione per il Salone del Libro.

La Regione Piemonte anche quest’anno è protagonista al Salone internazionale del Libro di Torino nell’area interistituzionale del Padiglione 3 di Lingotto Fiere, insieme al Consiglio regionale, alla Provincia e alla Città di Torino. La continuità della presenza istituzionale è evidenziata dall’ormai celebre immagine realizzata dal maestro Ugo Nespolo, con il Piemonte rappresentato attraverso i suoi quattro simboli: la Sacra di San Michele, Palazzo Lascaris, la Mole Antonelliana e il Forte di Fenestrelle.

Si rinnova l’atteso appuntamento con Lingua Madre, progetto che raccoglie proposte riguardanti la letteratura e la musica. Teatro del palinsesto di Lingua Madre si conferma lo Spazio Piemonte, dove la consueta internazionalità firma i numerosi appuntamenti che vedono alternarsi scrittori e musicisti mediante incontri e concerti proposti in collaborazione con il FolkClub.

Accanto alle iniziative di Lingua Madre, il palcoscenico di Spazio Piemonte ospita un ricco programma di incontri curato dalla Regione, dal Consiglio regionale, dal Comune e dalla Provincia di Torino.

Sempre a cura della Regione è lo stand Nati per Leggere Piemonte, che nel Bookstock Village propone anche in questa edizione un programma di letture in collaborazione con le Biblioteche civiche di Torino e Iter. Lunedì 20 maggio, presso lo spazio Arena, si svolgerà la cerimonia di premiazione dei vincitori della quarta edizione del premio nazionale Nati per Leggere (www.natiperleggere.it), che sostiene i migliori libri, i progetti editoriali e di promozione alla lettura per bambini da zero a sei anni.

La Regione rinnova il suo impegno per la dodicesima edizione dell’International Book Forum - Ibf, l’area business to business del Salone, dedicata allo scambio di diritti editoriali per la traduzione e l’adattamento cinematografico e televisivo. Si conferma anche l’appuntamento con AdaptLab, il programma di adattamento dei libri per il piccolo e grande schermo, promosso da TorinoFilmLab e International Book Forum in collaborazione con la Fondazione per il Libro, Iniziative Film, Museo Nazionale del Cinema di Torino, FIP-Film Investimenti Piemonte e Film Commission Torino Piemonte, sotto l’egida della Regione. Quest’anno, per la prima volta, l’Ibf si colloca nel quadro di un progetto integrato dedicato all’internazionalizzazione della filiera dell’editoria, della grafica e della cartotecnica cofinanziato dal Fondo di sviluppo e coesione nell’ambito del Piano per l’internazionalizzazione di Regione e Unioncamere, realizzato da Ceipiemonte.

Sostegno anche allo spazio dedicato ai piccoli e medi editori piemontesi, nel Padiglione 3, con l’obiettivo di favorire la diffusione della loro ricca produzione editoriale. La loro presenza è resa possibile anche dalla conferma del contributo per il pagamento delle spese, stanziato grazie alla decisiva e preziosa collaborazione di Unioncamere Piemonte.

La Sala Arancio ospita una cinquantina di associazioni e di editori che completano l’offerta legata alla conoscenza della storia e della cultura piemontese.

Una novità di questa edizione del Salone è il concorso fotografico OpenPics School, promosso da Regione Piemonte, Associazione Imaginarium e Salone del Libro, e rivolto alle scuole superiori italiane. Volto a far dialogare fotografia e narrativa, il concorso fa seguito alla sezione di OpenPics proposta per la prima volta al Salone 2012 e che ha avuto un importante momento espositivo in occasione dell’ultima edizione di Artissima.

Il territorio di Langhe, Roero e Monferrato, da sempre un’area ricca di tradizioni culturali, di valenze letterarie, enogastronomiche, paesaggistiche e artistiche, ritorna con uno stand a disposizione del progetto Parco Culturale Piemonte Paesaggio Umano. Nato dalla collaborazione tra la Regione, la Fondazione per il libro la musica e la cultura e più di trenta realtà territoriali, darà voce alla molteplici iniziative realizzate al fine di recuperare, diffondere, valorizzare la storia, la cultura, l’ambiente umano e quello naturale.

La collaborazione della Regione consente pure di rendere il Salone ancora più social: in alcune aree (Sala Gialla, Rossa, Blu, Azzurra, Arena Bookstock e Galleria Visitatori) il progetto Wi-Pie permette al pubblico di navigare in tutta tranquillità e senza limiti di tempo. Con pochi click basta cercare tra le reti disponibili quella denominata "salto13" e inserire la password "salto-13".

Durante la cerimonia di inaugurazione il presidente Roberto Cota ha sostenuto che “il Salone del Libro ha una grande capacità di reinventarsi, di rinnovare l’offerta ogni anno. E la Regione Piemonte darà sempre massimo sostegno perché è un’iniziativa a cui dare la priorità per tutto quello che rappresenta, perché al Salone ci sono idee e creatività, che sono il cuore della democrazia. Ma il Salone - ha detto ancora Cota - deve essere anche un baluardo contro il cattivo uso delle nuove tecnologie. Internet va benissimo, ma non può essere sostitutivo del mondo reale e su quest’aspetto al Salone va fatta una riflessione. Le leggi non possono essere decise su Internet, né dai Capi di Stato, ma sono decisioni che spettano ai rappresentanti eletti dai cittadini”.






Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.