Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

24/04/2013
Le nuove aliquote dell’Irpef regionale dal 2014.

Dallo 0,40 per cento in più per i redditi sino a 15mila euro fino all’1,10 per cento per chi guadagna più di 75mila euro all’anno: sono comprese in questa forbice le maggiorazioni all’aliquota dell’addizionale regionale all’Irpef, contenute nella proposta di emendamento integrativo alla legge finanziaria regionale che è stato approvato dalla Giunta regionale il 23 aprile. L’operazione porterà nelle casse regionali complessivamente 161 milioni di euro.

Gli incrementi, che scatteranno dal 1° gennaio 2014, sono determinati per scaglioni di reddito ai fini del raggiungimento degli obiettivi di bilancio, nonché per la copertura degli oneri finanziari che derivano dalle anticipazioni di liquidità, secondo quanto previsto dal recente decreto legge approvato dal Governo nazionale per lo sblocco dei pagamenti alle imprese.

“Essendo riusciti ad evitare il commissariamento grazie al lavoro intenso e difficile di questi mesi - sottolinea il presidente della Regione, Roberto Cota - possiamo mitigare oggi l’aumento dell’addizionale Irpef e non essere obbligati ad applicare i massimali previsti. La copertura del disavanzo di 864 milioni della sanità, accumulato negli anni 2007 e 2008 dall’amministrazione precedente, viene oggi effettuata dal Governo regionale attraverso una seria programmazione, che cerca comunque di limitare il più possibile le conseguenze negative previste per le famiglie piemontesi”.

“Il meccanismo indicato - aggiunge l’assessore al Bilancio, Gilberto Pichetto - consente effetti meno gravosi anche perché riusciamo contestualmente a scongiurare l’aumento dell’Irap. Oltre alle esigenze legate al raggiungimento degli obiettivi di equilibrio di bilancio diamo anche una prima risposta al Governo nazionale rispetto allo sblocco dei pagamenti alle imprese. L’incremento previsto è infatti anche a copertura degli oneri finanziari derivanti dalle anticipazioni di liquidità alle aziende”.

L’addizionale regionale all’imposta sul reddito delle persone fisiche sarà determinata per scaglioni di reddito, applicando, al netto degli oneri deducibili, le seguenti maggiorazioni all’aliquota dell’addizionale regionale all’Irpef di base: per i redditi sino a 15mila euro 0,40 per cento, per i redditi oltre 15mila euro e sino a euro 28mila 0,90 per cento, per i redditi oltre 28mila e sino a 55mila euro 1,00 per cento, per i redditi oltre 55mila e sino a euro 75mila euro 1,07 per cento, per i redditi oltre 75mila euro 1,10 per cento. Per fare qualche esempio concreto, l’aumento consisterà in 2,69 euro al mese per la prima fascia, di 3,75 euro per la seconda, di 9,08 mensili per la terza e così via. Continueranno ad essere esenti dal pagamento dell’addizionale regionale alcune determinate categorie che già sono esentate dall’Irpef nazionale.






Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.