Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

12/03/2013
Cinghiali radioattivi in Valsesia: impatto dosimetrico.

Quali sono le conseguenze della presenza del Cesio 137 nei cinghiali sulla dose da radiazioni ionizzanti assorbita dalla popolazione piemontese ?

Per rispondere a questa domanda occorre ricordare che tutti gli alimenti che compongono la dieta tipo della popolazione sono oggetto di un costante monitoraggio tramite la Rete di Sorveglianza Radiometrica della radioattività ambientale (RESORAD), coordinata a livello nazionale da ISRPA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) e gestita dalle Agenzie Regionali per la Protezione dell’Ambiente che ogni anno analizzano, a partire dall’evento di Chernobyl, campioni ambientali e alimentari prelevati sul territorio regionale. La rete RESORAD è inoltre integrata da una specifica rete regionale che tiene conto delle specificità locali, sulla base di linee di indirizzo emanate dalla Regione Piemonte (DGR 17-11237 del 9 dicembre 2003).

I dati emersi dal monitoraggio effettuato da Arpa Piemonte indicano valori di concentrazione di radioattività sempre molto più bassi rispetto a quanto riscontrato nei campioni riferiti ai cinghiali. Tutti i valori si sono sempre mostrati ampiamente al di sotto dei limiti di legge (cioè 1250 Bq/kg per il Cs-137, in base al Regolamento CCE, 1989a; CCE, 1989b). Tracce di Cs-137 sono infatti presenti normalmente nel latte e nella carne bovina, ma a livelli molto bassi: tipicamente attorno al Bq/kg o anche meno. Concentrazioni un po’ più elevate per taluni alimenti sono state sporadicamente trovate in aree specifiche, come ad esempio il già citato biellese: si è giunti tuttavia, al massimo, a 20 Bq/kg per il latte vaccino e a 90 Bq/kg per il latte di capra.

Tutto ciò conduce a una stima di dose per la popolazione valutabile in 1-2 microSv/anno (uno-due milionesimi di Sv all'anno), cioè 500 – 1000 volte meno del limite di legge pari a 1 mSv/anno (un millesimo di Sv all'anno) come stabilito dal D.Lgs 230/1995. Questa stima di dose non è influenzata significativamente da un consumo episodico di carne con le contaminazioni rilevate.





Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.