Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

01/03/2013
La Regione finanzia 89 sezioni primavera.

Via libera dalla Regione all’elenco dei nidi e delle scuole dell’infanzia che beneficeranno dei contributi per le sezioni primavera, servizio di accoglienza per i bambini dai 24 ai 36 mesi.

Le sezioni finanziate sono 89, tra cui 8 nuove attivazioni a Castagnole delle Lanze, Montechiaro d’Asti, Bagnolo Piemonte, Saluzzo, Scarnafigi, Ghemme, Samone e Costanzana. L’investimento complessivo è di circa 1,4 milioni di euro, il triplo rispetto ai bandi passati, e ne beneficeranno nidi, sia comunali che convenzionati, e scuole dell’infanzia, statali o paritarie.

“Quello garantito da nidi e materne è un servizio fondamentale per le famiglie con bambini piccoli, che devono conciliare i tempi della famiglia con quelli del lavoro - annotano il presidente della Regione Piemonte, Roberto Cota, e l’assessore regionale all’Istruzione, Alberto Cirio - Le sezioni primavera, infatti, permettono di accedere alla scuola materna già a partire dai due anni, invece che dai tre come previsto per legge, ma coprono una fascia d’età che vede spesso liste d’attesa molto lunghe. In passato questo bando è stato finanziato con risorse per metà statali e per metà regionali, ma quest’anno dei fondi ministeriali promessi non abbiamo ancora visto un euro e, per supplire all’ennesima mancanza dello Stato, la Regione è stata costretta a triplicare le proprie risorse. Una scelta compiuta nonostante le difficoltà del bilancio e possibile con l’aiuto dei fondi per le aree sottoutilizzate, per non penalizzare e continuare a supportare le giovani famiglie e aiutare il territorio a incrementare un servizio particolarmente utile e prezioso. Il sistema per la prima infanzia è vitale per la nostra società, che attraversa oggi un momento difficile. Se non avessimo aumentato le risorse, molte scuole avrebbero rischiato di chiudere”.

Delle 89 sezioni finanziate, 10 sono in provincia di Alessandria, 12 di Asti, 12 di Biella, 11 di Cuneo, 9 di Novara, 25 di Torino, 6 di Vercelli e 4 nel VCO. L’entità del finanziamento per ciascuna sezione è commisurata al numero dei bambini e alla durata del servizio giornaliero. Il contributo copre gli interventi strutturali per l’adeguamento di locali e impianti, l’acquisto di arredi, attrezzature e materiale didattico, i costi per il personale utilizzato, le spese generali strettamente funzionali al servizio.






Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.