Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

18/01/2013
La nuova rete ospedaliera illustrata al territorio.

La Regione ha iniziato gli incontri con i sindaci sulla riorganizzazione della rete ospedaliera piemontese, prevista dal Piano socio-sanitario per riformare il sistema mantenendone, se non migliorandone, la qualità, creare una struttura sostenibile nel tempo dal punto di vista economico e gestionale, fare in modo che i diversi territori possano beneficiare di una presenza capillare e completa dei servizi.

Il primo appuntamento si è svolto il 15 gennaio a Ivrea, dove il presidente e l’assessore alla Sanità hanno illustrato ai sindaci della Federazione 2 le principali novità che riguarderanno la loro zona. Nell’ambito dell’Asl To2 si prevede lo smantellamento dell’Amedeo di Savoia con trasferimento delle attività (a tal proposito è in atto un confronto sulla possibilità di acquisire il Richelmy, ideale per dimensione e collocazione mediante scambio di proprietà o affitto), il San Giovanni Bosco come sarà ospedale di riferimento e il Maria Vittoria come ospedale cardine. Per l’Asl To4 la nuova rete comprende: la riduzione dei posti letto di medicina generale dell’ospedale di Lanzo e il mantenimento della lungodegenza, dell’hospice e delle attività ambulatoriali; la riconversione dell’ospedale di Castellamonte e la ricollocazione delle attività di degenza attualmente esistenti presso l’ospedale di Cuorgnè; il mantenimento dell’ospedale di Ciriè con l’integrazione di alcune funzioni (riabilitazione a indirizzo cardio-polmonare e day hospital oncoematologico) oggi svolte a Lanzo; il mantenimento come ospedali cardine di Ciriè, Ivrea (dove verrà trasferita l’emodinamica di Cirié e riattivato dal 2014 il punto nascita dopo la ristrutturazione in corso della Chirurgia) e Chivasso. Su richiesta del sindaco, verrà valutata la possibilità di mantenere l’emodinamica di Ciriè senza costi aggiuntivi.

Il secondo incontro si è svolto il 16 gennaio a Novara, dove l’assessore alla Sanità ha illustrato la rete ospedaliera della Federazione 4, che comprende il quadrante di Novara, Vercelli, Biella e Vco. In questo ambito l’ospedale di riferimento è il Maggiore di Novara, che opera con il presidio di Galliate (complementare all’azienda ospedaliero-universitaria). Sono ospedali cardine Biella, Borgomanero, Vercelli e Verbania-Domodossola. Il primo intervento di riconversione è stato messo in atto ad Arona, dove l’ospedale è stato trasformato in Centro di assistenza primaria, Verbania e Domodossola vengono considerati un unico ospedale cardine. A Domodossola da una parte verrà chiuso il punto nascite, in quanto non rispetta gli standard minimi nazionali e regionali relativi al volume di attività (si registrano meno di 500 parti). dall’altra sarà attivato il servizio di Emodinamica. Parallelamente, si è scelto di avviare un laboratorio di Emodinamica, data la particolare configurazione geomorfologia del territorio, che nei primi sei mesi lavorerà a stretto contatto con l’equipe di Novara.






Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.