Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

18/12/2012
Reggia di Venaria e parco della Mandria insieme.

La Reggia di Venaria Reale e il vicino Parco della Mandria diventano un unico polo turistico con un vasto programma incentrato sulla loro valorizzazione integrata.

A stabilirlo è l’accordo firmato il 18 dicembre in Regione tra il presidente del Consorzio La Venaria Reale, Fabrizio Del Noce, e il commissario dell’ente di gestione delle Aree protette dell’area metropolitana di Torino, Roberto Rosso, alla presenza del presidente della Regione, Roberto Cota, e degli assessori regionali alla Cultura, Michele Coppola, e ai Parchi, William Casoni.

Grazie alla nuova collaborazione, i visitatori potranno scegliere tra una vasta gamma di attività culturali e sportive, che permetterà loro di trascorrere in questi due siti più di una singola giornata o di un semplice week end. Telefonando al centro prenotazioni 011/4992333 si può usufruire di un biglietto unico per visite congiunte su Reggia e giardini di Venaria con appartamenti reali del castello della Mandria e tour naturalistico nel parco, itinerari didattici congiunti per scuole di ogni ordine e grado, tour in trenino dalla Reggia al parco. Dal 1° marzo sarà attivo il tour del parco in autobus.

“Il turismo, se sviluppato ad alto livello, come si sta facendo con questo accordo, può diventare una vera industria - ha commentato Cota - e mi piace pensare di riuscire durante il mio mandato a lasciare un segno importante in questo senso. L’area torinese presenta ormai una forte offerta turistica, di cui la Reggia di Venaria é la punta più alta. E questo grazie ad una politica che negli anni ha saputo cogliere le opportunità. Ora bisogna però sviluppare ulteriormente questo comparto per scalare le vette dell’offerta turistica europea”.

L’assessore Coppola ha ricordato che tra i diversi progetti in corso, come lo sviluppo dello straordinario Centro del Cavallo per cui si stanno cercando partner privati, vi è anche il restauro della sontuosa Villa dei Laghi, per il quale sono stati stanziati fondi per un milione e 700mila euro. “La Reggia e la Mandria possono essere un teatro incredibile per molte iniziative, basta progettarle”, ha aggiunto Coppola, annunciato anche l’intenzione di replicare il prossimo anno la Corsa del Re, gara podistica alla quale lo scorso ottobre hanno partecipato 5.000 persone.

L’assessore Casoni ha dal canto suo comunicato l’intenzione di permettere agli enti gestori dei parchi piemontesi di far pagare un contributo per la fruizione di alcuni servizi, così come avviene in molte aree italiane.






Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.