Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

13/11/2012
Nuovi invito a trasferire le risorse per il rischio idrogeologico.

L’assessore regionale all’Ambiente, Roberto Ravello, interviene sulle dichiarazioni rilasciate dal ministro Clini in merito all’urgenza di un piano per combattere il dissesto idrogeologico.

“La filosofia alla base del ragionamento del ministro Clini è un elemento di riflessione condivisibile - sostiene Ravello - In un Paese come il nostro, dove il 9,8% del territorio nazionale, secondo uno studio del ministero dell’Ambiente, è interessato da aree ad alta criticità idrogeologica, è fondamentale dare risposte strutturali partendo necessariamente dalle programmazioni di area vasta che le Regioni hanno elaborato ed aggiornato nel tempo ma che oggi, per le note difficoltà di bilancio, non sono in grado di finanziare.
Anche per questo motivo, pur comprendendo che la crisi della finanza pubblica non risparmia nemmeno l’amministrazione centrale, anche nella veste di coordinatore della Commissione Ambiente della Conferenza delle Regioni, ritengo che il dibattito scaturito dall’appello del ministro all’UE costituisca un’occasione per rinnovare al ministero dell’Ambiente l’invito al trasferimento delle risorse utili al finanziamento degli interventi previsti negli accordi di programma per la mitigazione del rischio idrogeologico sottoscritti dal ministero stesso e dalle Regioni tra il 2009 ed il 2010, colmando anche il gap di trasferimenti che è venuto a crearsi tra le Regioni del Nord e del resto d’Italia”.

Secondo l’assessore, “è auspicabile che la giusta richiesta di rivedere i vincoli derivanti dal patto di stabilità, inoltre, non sia limitata agli interventi contro il rischio idrogeologico, bensì estesa a tutti gli altri interventi emergenziali che gli enti locali e le Regioni si trovano a dover fronteggiare, quale ad esempio la prevenzione del rischio sismico. Pur condividendo, infine, la volontà di superare la logica emergenziale e la gestione straordinaria, riteniamo che i ritardi nell’attuazione di una concreta politica di prevenzione e di riduzione dei rischi non siano attribuibili al ruolo dei commissari, bensì al mancato trasferimento delle risorse già assegnate alle Regioni per far fronte alle criticità più urgenti. Solo in Piemonte sono 217 gli interventi previsti nel piano del 2010”.

Pertanto, conclude Ravello, “per garantire la necessaria sicurezza del nostro Paese, portando a compimento i programmi già avviati e condivisi anche con il Dipartimento nazionale di Protezione civile e con le Autorità di Bacino, le Regioni richiamano da tempo l’effettivo stanziamento delle risorse necessarie, senza le quali è e continuerà ad essere impossibile restituire ad un territorio fragile e sottoposto agli effetti dei cambiamenti climatici la risposta al rischio idrogeologico”.






Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.