Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

13/04/2012
Percorsi per conseguire qualifica e diploma in apprendistato.

La Regione e le organizzazioni sindacali e datoriali hanno siglato il 10 aprile a Torino l’intesa per la sperimentazione di percorsi per il conseguimento della qualifica e del diploma in apprendistato.

“Rispondendo alla sollecitazione del ministro Francesco Profumo che domanda più formazione, posso dire che siamo la prima Regione in Italia ad attivare questo tipo di percorso, che offre un fondamentale strumento di lotta alla dispersione scolastica e per dare alle imprese piemontesi un nuovo strumento per il reclutamento di forza lavoro giovanile qualificata - commenta l’assessore regionale al Lavoro e alla Formazione professionale, Claudia Porchietto - Si completa così il panorama dell’offerta formativa in apprendistato che ad oggi ha offerto ottime performance”.

“Questo strumento - precisa l’assessore - permetterà tra le 800 e le 1.000 nuove assunzioni di giovani tra i 15 e i 25 anni nel periodo 2012-2014. Saranno attivati oltre 100 corsi, articolati in percorsi annuali, biennali o triennali in relazione al livello di ingresso. E come sempre da quando sono assessore la misura premia quei percorsi formativi che sanno coniugare scuola e impresa, in modo da offrire reali sbocchi professionali. Devo riconoscere che in questo percorso sono stati fondamentali la collaborazione fattiva ed i contributi provenienti dalle parti sociali e datoriali”.

Dalla sperimentazione risultano centrali alcuni ruoli chiave chiamati a gestire in stretta collaborazione e con un robusto sistema di governance il percorso formativo dell’apprendista. Tra questi figurano il tutor aziendale, a cui è affidata la diretta responsabilità del percorso di formazione in impresa, il coordinatore formativo dell’agenzia, a cui è richiesto di accompagnare e monitorare il percorso formativo dell’apprendista fornendo adeguati supporti metodologici e organizzativi funzionali al conseguimento dei risultati attesi, le parti sociali piemontesi, che per rendere attrattiva questa forma contrattuale possono individuare misure normative e modalità di modulazione della disciplina salariale per gli apprendisti assunti con contratto di apprendistato per la qualifica e per il diploma professionale, gli strumenti di incentivazione, per sostenere e accompagnare i giovani verso il rientro nel sistema formativo mediante misure di incentivo alla frequenza e al successo dei percorsi formativi per l’acquisizione della qualifica e del diploma professionale. Ulteriori elementi di innovazione e di importanza risiedono sulla necessità di prevedere elevate forme di flessibilità e di personalizzazione della formazione mediante un forte il livello di interlocuzione tra l’agenzia formativa e l’impresa.

“L’auspicio - conclude Porchietto - è che le imprese scommettano insieme a noi su questo strumento che le rende attori principali nella formazione della propria forza lavoro. Sarebbe bello nei prossimi anni dire che tutte le imprese piemontesi avranno ‘adottato’ un apprendista”.






Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.