Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

01/03/2012
Riunione sulle problematiche inerenti al torrente Scrivia.

Martedì 28 febbraio, alle ore 15, si è tenuta, presso gli uffici del Dipartimento Ambiente della Provincia, la seconda riunione relativa alle problematiche verificatesi nelle scorse settimane sul torrente Scrivia, per fare il punto della situazione.
Erano presenti, oltre al Direttore del Dipartimento, Ing. Claudio Coffano, e ad alcuni funzionari provinciali, i rappresentanti di Gestione Acqua S.p.A. e di Roquette Italia S.p.A., i Sindaci di Cassano Spinola e Villalvernia, il Direttore del Dipartimento ARPA di Alessandria, Dott. Alberto Maffiotti, coi dirigenti Ing. Davide Guasco e Dott.ssa Giuseppina Pavese, il Direttore dell’ATO n° 6, Dott. Renzo Tamburelli, come pure un tecnico del Servizio Ambiente del Comune di Tortona.

Posto che le problematiche riscontrate sono ormai in via di soluzione e che i parametri si stanno re-golarizzando, per cui in una ventina di giorni il depuratore di Cassano dovrebbe ritrovare la propria piena funzionalità, si tratta ora di definire cosa fare affinché episodi come questo non si ripetano più.
Roquette Italia ha annunciato che pensa di iniziare l’attivazione, entro la fine di questa settimana, quale pretrattamento alla depurazione, del proprio impianto di digestione anaerobica, la cui messa a punto richiederà però un po’ di tempo.

Gestione Acqua ha manifestato l’intenzione di porre in essere consistenti migliorie all’impianto, ma ha rilevato che la propria volontà di investire è limitata dalle difficoltà economiche generali e dalla stretta creditizia delle banche.
L’ATO n° 6 ha segnalato che il Ministero dell’Ambiente sta valutando l’ipotesi di stanziare finanziamenti per eliminare tutte le situazioni, nel campo della depurazione, che potrebbero diventare procedimenti di infrazione europei, per cui qualcosa dovrebbe sbloccarsi nel giro di un paio di mesi. Ha suggerito comunque di coinvolgere, nel piano di investimenti per gli interventi migliorativi, anche le realtà produttive che fruiscono dei servizi dell’impianto.

In conclusione, la Provincia ha segnalato la necessità di provvedere a quanto segue: 1) Definizione, entro un mese, di modalità di controllo precise e costanti dei liquami in arrivo all’impianto, in particolare di quelli di natura industriale; 2) Attivazione, entro l’estate, di un collettamento diretto dei liquami di Roquette Italia alle linee di trattamento del depuratore, evitando il passaggio dalla stazione di sollevamento (i cui reflui, in particolari condizioni, potrebbero bypassare l’impianto); 3) Realizzazione di vasche di contenimento, con un’autonomia di almeno 7 ore, nelle quali confinare, nel caso di criticità come quelle verificatesi, i liquami “problematici” in arrivo, nell’attesa di poterli sottoporre a trattamento sull’impianto senza causare sofferenze allo stesso.
Considerate le attuali capacità depurative, la Provincia ha infine deciso di sospendere il procedimento di rinnovo dell’Autorizzazione Integrata Ambientale relativo alla linea acque del depuratore.








Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.