Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

01/03/2012
Sanità, il riparto 2012 dà al Piemonte 108 milioni in più.

Per il 2012 la sanità piemontese avrà a disposizione 7 miliardi e 978 milioni di euro, 108 milioni in più rispetto all’anno scorso.

L’accordo che le Regioni hanno raggiunto il 29 febbraio a Roma sul riparto del fondo sanitario ha lasciato il presidente Roberto Cota molto soddisfatto: “E’ stato fatto un ottimo lavoro, con grande responsabilità. Per il 2012 le nostre risorse sono aumentate, in linea con le previsioni di trasferimenti che sono attesi dal nostro piano di rientro. Adesso andiamo avanti con la nostra azione di riforma”.

In mattinata, intervenendo all’inaugurazione delle sale operatorie dell’ospedale SS. Trinità di Borgomanero, Cota era ritornato sui fondi per il socio-assistenziale: “E’ opportuno chiarire una volta per tutte non è una competenza regionale: questi servizi dovrebbero essere finanziati con delle risorse che arrivano dai Comuni e dallo Stato. Anni fa, nell’ultimo periodo di ‘vacche grasse’, la Regione aveva deciso con una propria legge di stanziare dei fondi in aiuto dei Comuni, per supportarli nell’esercizio di questo servizio fondamentale per i cittadini. Se questa cosa non è chiara, non riusciamo a fotografare la situazione e a trovare il rimedio.

Oltretutto sono stufo di andare in giro a sentire strumentalizzazioni politiche e cose inesatte. Sentire dire che la Regione ha tagliato il fondo per i disabili, quando la Regione ha invece messo tutti i soldi possibili, e sottolineo, per una precisa scelta politica, è inaccettabile.
Perché non sento critiche verso il Governo di Roma che ha azzerato quasi tutto? Detto questo, l’aver messo sotto controllo la spesa sanitaria in Piemonte ha già portato a dei risparmi consistenti, che gireremo al socio-assistenziale. Prima parte la riforma sanitaria e prima potremo disporre di ulteriori risorse per fare ancora di più”.







Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.