Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

23/12/2011
Manovra, il giudizio del Piemonte resta negativo.

“Dopo una dura battaglia è stato fatto un passo avanti, ma il giudizio sulla manovra resta
fortemente negativo”: è quanto ha dichiarato il presidente Roberto Cota, che il 21 dicembre ha partecipato a Roma ad un incontro con il viceministro all’Economia, Vittorio Grilli, e i rappresentanti delle Regioni durante il quale è stato raggiunto un accordo per il finanziamento del trasporto ferroviario locale per il 2012 con uno stanziamento aggiuntivo di 1,6 miliardi a livello nazionale.

“Questa manovra penalizza fortementeanche le Regioni - ha evidenziato Cota - perché sulla sanità c’è stato un aumento dell’addizionale regionale Irpef, deciso in maniera unilaterale dal Governo. E in tema di trasporto pubblico locale, non va dimenticato che sono state aumentate le accise sui carburanti. Abbiamo bisogno di crescita e la manovra del Governo mette solo nuove tasse. Inoltre non è equa: colpisce le famiglie con l'Imu, i pensionati con la riforma, e allo stesso modo i giovani, che avranno maggiori difficoltà di ingresso nel mondo del lavoro, visto l'aumento dell'età pensionabile".

L’assessore al Bilancio, Giovanna Quaglia, che ha partecipato alla riunione della Conferenza Stato-Regioni, puntualiza che “l’accordo è parziale e non deve lasciare spazio a facili illusioni, perchè le ripercussioni della manovra restano troppo pesanti per le Regioni, gli enti locali ed i cittadini. Al trasporto su ferro a cui vengono destinati 1,514 miliardi di euro, cifra che costituisce la soglia minima per la gestione del servizio, e il Governo si è impegnato ad assicurare ulteriori 86 milioni a fronte, però, della sottoscrizione di un patto per l’efficienza e la razionalizzazione del trasporto pubblico locale italiano. Questo significa che le Regioni con il Governo, le Province e i Comuni dovranno da gennaio 2012 lavorare ad un tavolo tecnico per mettere in atto un’ulteriore rimodulazione dei servizi. E’ inoltre emersa una forte preoccupazione sulla sostenibilità del comparto su gomma rispetto alla prospettiva di ulteriori riduzioni. Con questi presupposti, il giudizio del Piemonte sull’impianto generale della manovra resta negativo, perché si sta concretizzando solo in un aumento delle tasse per i cittadini”.

L’assessore ai Trasporti, Barbara Bonino, rileva che “si conferma la validità dell’operazione sul trasporto pubblico locale proposta dalla Giunta regionale ed è fondamentale l’apertura del Governo sulla fiscalizzazione dal 2013. Il quadro che si configura conferma le ipotesi che stanno alla base della delibera del 28 novembre ed emerge la necessità di una nuova fase di programmazione che si deve basare su due principi: la fiscalizzazione, che ci consente di uscire da qull’incertezza sui trasferimenti statali che impedisce una programmazione pluriennale impostata sull’integrazione tra ferro e gomma e sul rinnovo sia del materiale rotabile sia del parco autobus; la razionalizzazione e l’efficientamento, perché non possiamo più permetterci di sprecare risorse per treni e bus che viaggiano semivuoti, ma allo stesso tempo dobbiamo garantire un servizio capillare sul territorio, assicurando a tutti i cittadini, soprattutto alle fasce deboli della popolazione e a chi risiede in zone disagiate, il diritto alla mobilità”.




Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.