Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

28/11/2011
Piemonte, acquisto dei farmaci: nel 2012 si risparmieranno 75 milioni .

Nel 2012 la Regione Piemonte risparmierà 75 milioni di euro grazie alle nuove procedure attivate per l’acquisto centralizzato dei farmaci. Queste risorse verranno utilizzate per sostenere il sistema sanitario e quindi migliorare i servizi offerti ai cittadini.

La novità - illustrata il 28 novembre a Torino dal presidente della Regione, Roberto Cota, dall’assessore regionale alla sanità, Paolo Monferino, dal direttore dell’Aress, Claudio Zanon, e dal presidente della Società di committenza regionale, Domenico Arcidiacono - consiste nell’applicazione del Sistema dinamico di acquisto (Sda), una procedura concorrenziale informatizzata che consente il contenimento dei costi dell’appalto, un periodo temporale fino a quattro anni e la possibilità di rinegoziare i prezzi nel corso del tempo.

La spesa scenderà da quella prevista in 377 milioni di euro per il 2012 a 302 milioni grazie a una gara con la quale Scr ha aggiudicato 1.577 dei 1972 lotti relativi alla spesa farmaceutica. Il valore dei lotti equivale a circa l’87% di quello totale, per cui sono previsti ulteriori risparmi con i bandi relativi al rimanente 13%. La società di committenza ha eseguito uno studio preliminare per la determinazione dei parametri di gara: in particolare, sul prezzo si è basata sullo storico speso e il fabbisogno per il 2012 fornito dalle aziende sanitarie piemontesi ponderato con le relative quantità e confrontato con i prezzi unitari aggiudicati nelle gare aggregate di altre Regioni italiane e considerando i prezzi offerti in fase di partecipazione. Da questa analisi è emerso un parametro che va nell’ottica di definizione di un costo standard dei prodotti banditi.

“Si tratta - ha sottolineato Cota - di un altro importante tassello per il risanamento della nostra sanità e di controllo attento della spesa. Questo risultato è un esempio evidente di risparmio che non consiste in un taglio, ma in un risparmio puro, visto che non è stato tolto alcun servizio. Le risorse liberate potranno ora essere impiegate a sostegno delle priorità delle nostra sanità e del miglioramento dei servizi ai cittadini. La riduzione dei costi con la centralizzazione degli acquisti era uno degli impegni del programma elettorale”.

“E’ stata seguita - ha aggiunto Monferino - una procedura di razionalizzazione che rientra pienamente nella filosofia del nuovo Piano sanitario e che ci consente di aggiungere ai risparmi già accantonati ulteriori cifre che saranno reinvestite a favore anche del sociale. La decisione strategica della Regione di centralizzare gli acquisti va proprio nella direzione di fare efficienza e generare effettivo risparmio”. L’assessore ritiene che in Piemonte cento magazzini di farmaci siano troppi e che ne basti uno solo ed individua altri settori dove intervenire i sistemi informativi (“In questo momento ve ne sono 720, tutti diversi fra loro”) e l’area gestionale delle aziende sanitarie.

La presentazione del nuovo sistema ha fornito al presidente l’occasione per ricordare che “la sanità deve essere solo servizio e non più centro di potere, una grande sfida culturale che stiamo portando avanti e che vinceremo” e per ribadire che “la Regione ha un indebitamente devastante e ogni anno paga 600 milioni di interessi perché qualcuno non è stato capace di governare, con la spesa sanitaria, per esempio, completamente fuori controllo. Ora per la prima volta dopo 15 anni la spesa della sanità diminuisce invece che aumentare. Questo è un risultato quasi miracoloso, perché raggiunto con un lavoro strutturale e definitivo”.





Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.