Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

03/11/2011
Smog, le domeniche a piedi non servono a nulla.

La riduzione delle emissioni conseguente ad un provvedimento di cinque domeniche a piedi risulta essere di entità trascurabile rispetto al miglioramento della qualità dell’aria: questi, in sintesi, i risultati della simulazione sull’ipotetica applicazione di un blocco del traffico nell’area metropolitana torinese, senza deroghe nemmeno per il trasporto pubblico locale, illustrati dall’Agenzia regionale per la protezione ambientale durante un incontro svoltosi il 2 novembre in Regione al quale hanno partecipato l’assessore Roberto Ravello, la Provincia e il Comune di Torino. Lo scenario di base preso in esame è stato il gennaio 2005, in quanto mese peggiore per presenza di inquinanti.

I dati, che l’Arpa ha elaborato su richiesta della Regione, come emerso dall'ultimo comitato di indirizzo, hanno portato l’assessore Ravello a dichiarare che “si conferma quanto sostenuto in questi anni rispetto alla scarsa efficacia dei provvedimenti di blocco del traffico privato. La sfida che intendiamo cogliere consiste nell’utilizzare questo strumento particolarmente innovativo per considerare altri possibili scenari, valutando così ex ante gli effetti dei provvedimenti volti ad intervenire sulla riduzione delle emissioni inquinanti. Lo strumento delle analisi di scenario e i dati di cui siamo venuti a conoscenza, ora nelle mani delle amministrazioni locali, ci permettono di calibrare le nostre azioni in maniera da non chiedere ai cittadini sacrifici inutili. Questa è una partita che possiamo e dobbiamo vincere, servono però un lavoro sinergico tra i vari enti di governo ed il superamento della logica emergenziale. Il problema è noto ed è anche riconducibile alle caratteristiche orografiche del bacino padano ma, se osserviamo i dati degli ultimi 20 anni, il trend è sicuramente positivo anche grazie al grande impegno degli enti nell’investire in interventi strutturali”.

Ravello ha ricordato che “la Regione Piemonte, in particolare, ha provveduto al miglioramento dei mezzi del trasporto pubblico locale, incentivato l’utilizzo dei mezzi pubblici e sostenuto la diffusione del teleriscaldamento. I grandi investimenti, circa 330 milioni di euro in dieci anni che hanno permesso la messa in circolo di circa 640 milioni, continueranno a dare risultati positivi grazie anche a misure già avviate e ad investimenti programmati nel medio-lungo periodo. Parallelamente, abbiamo condiviso con la Città e la Provincia di Torino la necessità di affidare ad Arpa nuove analisi di scenario rispetto a disposizioni che potrebbero determinare esiti positivi nell’immediato, come l’introduzione del lavaggio delle strade e ricerche tecniche puntuali circa l’utilizzo di combustibili già in commercio che, secondo le case produttrici, avrebbero un minor impatto ambientale”.




Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.