Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

28/09/2011
Alessandria, presentazione esiti conclusivi del Progetto N.E.S.S.

Sono stati presentati oggi gli esiti conclusivi del Progetto N.E.S.S. (No Ebbro, Sì Sobrio), raccolti in un volume che vuole essere anche strumento di diffusione di una cultura che codifichi come negativi quei comportamenti, quali uso di alcol e droga, che, troppo spesso, vengono adottati come segno di particolare distinzione, di maturità o, addirittura, come status symbol.

Inserito nell'ambito del Progetto Quadro Nazionale NNIDAC "Network Nazionale per la prevenzione degli Incidenti Stradali Droga e Alcol Correlati", il Progetto N.E.S.S. è nato dalla volontà dell'Amministrazione Comunale di aderire al Protocollo DOS "Drugs on street", portato alla sua attenzione nel dicembre 2009 dal Dipartimento Politiche Antidroga della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Il Progetto si è articolato in iniziative volte alla diminuzione sensibile del consumo di sostanze alcoliche e stupefacenti alla guida, e, realizzato dal Comune di Alessandria e coordinato dalla Prefettura di Alessandria, ha visto la partecipazione di numerosi partner quali Arma dei Carabinieri, Polizia Stradale, Polizia Municipale e ASL AL nonché il coinvolgimento di attori locali quali l'Ordine dei Medici, Medici di Medicina Generale, l'UNASCA, la Confesercenti e l'Ascom, gli Istituti Superiori, l'Università, i Centri di Formazione Professionale e l'Associazione Vittime della Strada Onlus (AIFVS) sede di Alessandria.
Si è, in sostanza, costituita una rete in cui la collaborazione è stata fondamentale in tutte le fasi del N.E.S.S..

Il concetto innovativo alla base del progetto territoriale è l'abbinamento di due metodi di approccio al problema dell'abuso/consumo di sostanze alcoliche e/o stupefacenti alla guida: controlli e azioni di repressione sul territorio comunale, comunicazione e informazione all'utenza, con particolare attenzione a quella giovanile.
Dai controlli è emerso che, su 462 conducenti fermati, 22 sono risultati positivi: di questi nessuno con un tasso alcolemico superiore all'1,5.
12 le patenti ritirate, di cui 10 di guidatori over 30.

Tali risultati testimoniano l'efficacia delle iniziative di informazione e prevenzione realizzate attraverso una campagna di comunicazione volta a far comprendere, soprattutto ai più giovani, i rischi connessi ad un comportamento non responsabile.
Il messaggio di sensibilizzazione del Progetto, improntato su codici comunicativi propri del mondo dei giovani, è stato veicolato anche attraverso il contatto diretto con loro: nell'ottobre 2010, presso lo stand allestito durante la Giornata Michelin per la sicurezza stradale, sono stati distribuiti alcol test gratuiti e materiale informativo, e, nelle tre giornate all'Università Amedeo Avogadro, agenti della Polizia Municipale e operatori sanitari si sono messi a disposizione degli studenti per l'approfondimento delle tematiche riguardanti la prevenzione degli incidenti stradali e le nuove norme del Codice della Strada.

I dati raccolti sono stati analizzati sulla base di diversi elementi statistici (luoghi di provenienza dei conducenti fermati, età, periodo dell'anno con percentuale maggiore di risultati positivi ai test, etc.) ed elaborati al fine di predisporre un monitoraggio su un fenomeno sociale deviante, consentendo così di conoscere meglio la realtà locale.

Il Progetto N.E.S.S. si inserisce nel più ampio lavoro già portato avanti con convinzione e impegno dall'Amministrazione Comunale sui temi della sicurezza stradale: dalle più elementari conoscenze offerte come nozioni di base nella scuola primaria da parte degli agenti della Polizia Municipale, ai progetti interistituzionali nei quali la prevenzione gioca un ruolo da protagonista.

Il N.E.S.S. apre un ventaglio di possibilità che, nella pubblicazione presentata, appaiono chiare: la ripetibilità del metodo e la sua standardizzazione, per consentire una lettura dinamica nel tempo dei dati; il coordinamento e lo spirito di collaborazione fra diversi Enti e Forze dell'Ordine con la Polizia Municipale; la diffusione della conoscenza verso il pubblico interessato.
La validità del progetto e delle azioni ad esso correlate hanno portato al riconoscimento di 'Ente virtuoso', aprendo la possibilità ad un rifinanziamento per la seconda edizione che, tenendo conto dell'esperienza acquisita e dei risultati raggiunti, ridefinirà le linee guida affinandone le strategie.




Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.