Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

05/09/2011
Manovra, dai contratti nazionali figura anche il licenziamento.

I contratti di lavoro sottoscritti a livello aziendale o territoriale "operano anche in deroga alle disposizioni di legge" e "alle relative regolamentazioni contenute nei contratti collettivi nazionali". E' quanto esplicita un emendamento alla manovra, presentato dalla maggioranza e approvato dalla Commissione Bilancio del Senato. Tra le materie per le quali è possibile la deroga dalla legge e dai contratti nazionali figura anche il licenziamento. Salve solo la "Costituzione" e i vincoli derivanti dall'Ue.

In pratica i contratti aziendali o territoriali potranno scavalcare leggi e contratti nazionali di lavoro: e tra le materie per le quali potranno farlo c'è anche il licenziamento. Per poterlo fare, in ogni caso, servirà l'accordo con le rappresentanze, "sulla base di un criterio maggioritario" (il che tranquillizza la Cisl, non la Cgil). Non potranno essere comunque scavalcate la Costituzione, le normative comunitarie e le convenzioni internazionali sul lavoro e i diritti delle lavoratrici, che tutelano il licenziamento, il matrimonio, i periodi legati alla maternità, all'adozione o all'affidamento con le relative tipologie di richieste di congedo.

"Le modifiche all'art.8 indicano la volontà di annullare il contratto collet- tivo nazionale di lavoro e di cancellare lo Statuto dei lavoratori, e non solo l'articolo 18, vìolando l'art. 39 e i principi di uguaglianza sul lavoro". Così Camusso (Cgil) sulla deroga al licenziamento ed ai contratti nazionali. Occorre che "Confindustria, Cisl e Uil traggano le conseguenze di tutto ciò", continua il leader sindacale, confermando le ragioni dello sciopero del 6, perchè "il governo autoritario distrug- ge l'autonomia delle parti".

"Abbiamo un governo avventurista e irresponsabile che in un momento difficilissimo per il Paese pensa di ricavare qualche soddisfazione provocando rotture e divisioni nel corpo sociale". A dirlo è il segretario del Pd, Bersani. "Quel che è avvenuto oggi sull'art. 8 dev'essere rimediato in Parlamento: si torni all'accordo del 28 giugno e si parta da lì",conclude il leader del Pd.

La possibilità di derogare allo Statuto dei lavoratori contenuta nell'art. 8 della Manovra, proposta dalla maggioranza e approvata dalla commissione Bilancio del Senato,"è inutile e sbagliata", "buona solo ad alimentare lo scontro ideologico". Lo afferma il segretario dei metalmeccanici Fim-Cisl che ribadisce l'impegno del suo sindacato affinché il Parlamento cancelli la norma. L'art.8, dice invece in un'intervista alla Stampa, il segretario generale Cisl, Bonanni, "non è la libera facoltà di licenziamento", "si fa allarmismo".




Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.