Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

14/06/2011
La Torino-Lione non è contro la Valsusa.

La linea ferroviaria Torino-Lione "non è un'opera contro la Valsusa: è per il Piemonte, per il sistema paese e per l'economia della valle": è quanto ha dichiarato il presidente della Regione Piemonte, Roberto Cota, intervenendo l’11 giugno a “Quello che”, trasmissione settimanale di Rai Parlamento.

“Negli anni - ha ricordato Cota - è stata prestata grande attenzione, oltre che alle ragioni del territorio, anche all'individuazione di un tracciato che fosse a zero impatto ambientale. E questo va detto con forza e spiegato alla gente. Poi la democrazia è fatta anche di confronto e io rispetto molto chi ha una posizione contraria, che devo dire è minoritaria. Non rispetto chi usa la violenza, perché quelle persone che hanno bloccato la prima fase della realizzazione del cantiere non hanno a cuore gli interessi della Valsusa, ma vogliono fare una provocazione e una strumentalizzazione".

Per Cota, "si tratta di far lavorare gli operai senza che vengano presi a sassate o che il loro lavoro venga interrotto. Si tratta di mettere in sicurezza questo cantiere, attraverso l'impiego delle forze dell'ordine, ed è intervenuto proprio il ministro Roberto Maroni per assicurare questo, senza una militarizzazione della zona perché la Tav non è un'opera contro la Valsusa. Molto opportunamente gli amministratori locali riconoscono che il Piemonte è una Regione all'avanguardia perché ha approvato una legge che prevede ricadute positive per il territorio in termini di occupazione, lavoro ed economia".

A questo proposito ha ricordato che il tunnel geognostico della Maddalena costerà circa 143 milioni di euro "e una cinquantina arriveranno direttamente sul territorio in termini di ricadute positive. Quindi qualcosa di molto concreto per l'economia di una zona che esce da anni di deindustrializzazione selvaggia".

Il presidente ha inoltre annunciato che la Regione ha allo studio “una griglia di regole per scongiurare il rischio di infiltrazioni della criminalità organizzata nei cantieri. Pensiamo di mettere in campo un sistema che consenta di individuare e di radiografare tutte le imprese che verranno a lavorare per la realizzazione di questa grande opera”.




Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.