Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

09/06/2011
I militari non saranno impegnati nei cantieri della Torino-Lione.

“Sono d’accordissimo che non vengano impegnati i militari in Valle di Susa per presidiare i cantieri della Torino-Lione. Avrebbe dato un’idea negativa, di occupazione della valle.
E la Tav non è occupazione, è un’opera, al contrario, che porta occasioni di sviluppo in valle e in tutto il Piemonte”: è quanto ha dichiarato il presidente della Regione, Roberto Cota, al termine dell’incontro del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza, svoltosi il 7 giugno nella Prefettura di Torino alla presenza del ministro dell’Interno, Roberto Maroni.

“Questo è il vero significato della Tav - ha proseguito Cota - e l’azione politica per spiegarlo alla gente sarà costante. Abbiamo un sistema economico sociale e produttivo che vuole l’opera. E l’avrà. Abbiamo lavorato per anni affinché la Torino-Lione sia il più possibile positiva sia per l’impatto ambientale sia per le ricadute occupazionali”.

Il ministro Maroni ha annunciato che “le forze dell’ordine hanno le risorse necessarie per il presidio. La Tav è un problema di ordine pubblico e non vedo le condizioni né oggi né domani né in futuro per l’impiego delle forze armate”.

“Nei prossimi giorni - ha aggiunto Maroni - il prefetto e il questore di Torino concerteranno le misure necessarie per consentire l’inizio dei lavori al cantiere della Torino-Lione. L’Italia rispetterà gli impegni, non possiamo permetterci una figuraccia mondiale e di pagare penali che sarebbero più alte dei costi dell’opera”. E per questo motivo ha auspicato la collaborazione dei sindaci: “C’é un continuo confronto con le amministrazioni locali. Mi pare che sia stato fatto tutto quello che era necessario, tutte le cose migliori per il territorio. Confido che gli amministratori che in questi anni sono stati coinvolti e continuano a esserlo stiano dalla parte giusta, cioé la nostra”.

La scelta del ministro è stata accolta con favore anche dall'assessore regionale ai Trasporti, Barbara Bonino: "Con il suo intervento ha dato un segnale preciso della determinazione del Governo. Non possiamo che approvare, poi, la scelta di buonsenso e saggezza di non utilizzare l’esercito per tutelare l’ordine pubblico a Chiomonte. Ora chiediamo ai sindaci di sottoscrivere un impegno per la legalità, che rispettando le diverse opinioni sulla NLTL li impegni a schierarsi al fianco delle istituzioni e delle forze dell’ordine al momento dell’apertura dei lavori, indossando le fasce tricolori e portando i gonfaloni comunali a difesa della legalità, sul fronte opposto a chi intende commettere eventuali atti illegali o, peggio violenti, Lo Stato ha deciso, attraverso un processo democratico, di realizzare l’opera. Le garanzie dal punto di vista ambientale, sanitario, economico, ci sono tutte. In più, ora c’è l’assicurazione che l’area non sarà militarizzata. Adesso serve l’impegno di ognuno per agevolare l’avvio della cantierizzazione”.





Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.