Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

31/05/2011
Continua il sostegno ai Poli d’innovazione.

Continua il sostegno della Regione per l’attività dei 12 Poli regionali d’innovazione, strumenti di politica industriale a sostegno della competitività delle imprese.
L’assessore allo Sviluppo economico, intervenendo alla presentazione dello stato di avanzamento tenuta il 25 maggio presso l’Enviroment Park di Torino con il presidente di Finopiemonte, ha annunciato uno stanziamento di ulteriori 30 milioni di euro che garantirà, oltre al finanziamento dei progetti in lista di attesa, quello dei progetti del terzo programma annuale, che saranno presentati a novembre 2011, e delle attività dei soggetti gestori.

In questo modo si continuerà ad investire nei Poli, in quanto strumenti utili a sviluppare progetti innovativi che accompagnano e aiutano il sistema delle imprese piemontesi a essere più competitivo. Deve iniziare però adesso una nuova fase, che renda possibile il superamento dei confini regionali e nazionali, aspetto indispensabile per la competitività delle aziende.
Rivestirà quindi importanza crescente l’inserimento di ogni Polo nell’ambito di attività a livello europeo e internazionale, un dato che sarà valutato in modo sempre più rilevante per riconoscere e premiare il merito di queste realtà.

Attualmente, è terminata la fase di valutazione dei secondi programmi annuali: effettuata da un comitato di valutazione composto da rappresentanti regionali ed esperti indipendenti, si è conclusa con la condivisione dei risultati delle attività di valutazione, con la comunicazione del budget assegnato a ciascun Polo e con l’identificazione dei progetti finanziabili. La misura è finanziata con il Fondo europeo di sviluppo regionale 2007-2013 ed ha una prospettiva di medio-lungo periodo: dal 2009 sono stati assegnati 90 milioni, che coprono sia i progetti di ricerca e sviluppo, sia i servizi innovativi attivati dai soggetti aggregati ai Poli, nonché le attività di animazione e funzionamento in capo ai soggetti gestori.

In questo secondo anno, in tutto il Piemonte i progetti già in partenza sono 74 e coinvolgeranno 345 realtà, di cui circa 240 imprese (oltre l’80% pmi) e oltre 100 organismi di ricerca (Atenei piemontesi, i Parchi scientifici e tecnologici e i principali centri). Entro fine ottobre si aggiungeranno altri 21 progetti già formalmente promossi e attualmente in lista d’attesa: ciò consentirà, tramite un ulteriore finanziamento di 8 milioni di euro, l’avvio di 95 progetti sul secondo programma, col coinvolgimento totale di quasi 450 soggetti beneficiari coinvolti. Le risorse sono state assegnate non solo in base all’effettiva qualità dei progetti presentati, ma anche sulla base di parametri di efficienza, quali l’effettiva presenza di pmi e la partecipazione a iniziative internazionali.

Altro risultato tangibile dell’apprezzamento riscosso sul territorio è l’aumento del numero di soggetti aggregati: i Poli di innovazione sono cresciuti in complesso del 30% tra il primo e il secondo anno di attività, arrivando a aggregare quasi 1200 imprese sul territorio, con una media di circa 100 soggetti per Polo. Il tessuto imprenditoriale ha visto inoltre nel primo anno di attività dei Poli il coinvolgimento di circa 95.000 dipendenti.




Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.