Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

23/03/2011
Alessandria, accordo innovativo sulla distribuzione del gas.

Garantire la tutela occupazionale in caso di gara per la privatizzazione della distribuzione del gas, migliorando l'attuale normativa nazionale, e istituire un Osservatorio sulle privatizzazioni dei servizi pubblici locali come organo di consultazione dell'amministrazione comunale per contribuire a perfezionare i servizi offerti al cittadino, razionalizzando nel contempo i costi. Sono i contenuti principali dell'accordo sottoscritto a Palazzo Rosso tra il sindaco di Alessandria Piercarlo Fabbio, il presidente di Amag spa Lorenzo Repetto, Michele Muliere della FEMCA/CISL ed Elio Bricola della UILCEM/UIL.
A seguito delle disposizioni introdotte dalla normativa europea e nazionale sulla liberalizzazione dei servizi pubblici locali e, in particolare sulla distribuzione del gas, potrebbero determinarsi conseguenze occupazionali negative in caso di gara.
Il 22 luglio 2010 è stato raggiunto un accordo al ministero dello Sviluppo economico che fissa nel rapporto di 1 lavoratore ogni 1.500 punti di riconsegna il valore minimo che le amministrazioni o i proprietari dovranno inserire nei bandi per l'assegnazione delle reti di distribuzione.
"Con l'accordo raggiunto - spiega il sindaco Piercarlo Fabbio - otteniamo un rapporto di 1 lavoratore ogni 1.200 punti, tenendo conto delle peculiarità del territorio, della struttura organizzativa attuale e della professionalità dei lavoratori. Una garanzia in più che ci vede pionieri in Italia, un'ulteriore misura preventiva per scoraggiare eventuali speculatori".
Importante novità anche sul fronte economico.
Il rinnovo del Contratto Collettivo Nazionale Gas Acqua del 10 febbraio scorso ha previsto per il periodo dal primo gennaio 2010 al 28 febbraio 2011 'una tantum' differenziate: per il servizio acqua 300 euro, per il gas 658. Amag spa e Comune, accogliendo le richieste delle organizzazioni sindacali, hanno inserito nell'accordo di salvaguardia occupazionale l'erogazione a tutti i dipendenti dell'azienda dell'una tantum prevista per il settore gas di 658 euro.
"Si tratta - sottolinea il presidente Lorenzo Repetto - di un accordo che va a completare un più complesso quadro di relazioni industriali portate avanti con il pieno appoggio del Comune di Alessandria, iniziate il 28 ottobre 2010 con la sottoscrizione di un accordo aziendale, ugualmente pionieristico per il territorio, con le organizzazioni sindacali di categoria per l'erogazione di un acconto sui futuri aumenti contrattuali di 300 euro per dipendente".






Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.