Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

20/03/2011
Libia, i momenti salienti delle ultime ore.

19.03 21:15
Missili americani sono stati lanciati da una nave da guerra su le postazioni antiaeree libiche. Gli Usa hanno preso il comando dell'operazione "Odissea all'alba", a cui partecipano anche Gran Bretagna, Francia, Italia e Canada. L'aviazione francese sta sorvolando Misurata dove le forze del raìs stanno bombardando la centrale elettrica. Testimoni riferiscono di violente esplosioni nelle vicinanze di Tripoli.
Non sono in volo aerei ita- liiani in relazione alle operazioni militari sulla Libia. Lo hanno detto all'Ansa fonti della Difesa. In precedenza, la tv Al-Arabiya aveva sostenuto che aerei italiani avevano avviato una "missione di sorveglianza" sulla Libia, mentre il Pentagono ha affermato che nell'operazione sono coinvolti cinque Paesi, tra cui l'Italia.
Il presidente Usa Obama, in visita di stato in Brasile, ha annunciato di aver dato il via libera all'operazione militare in Libia, che comporterà un coinvolgimento "limitato" delle forze armate americane. Obama ha ribadito che l'attacco è stato deciso perché Gheddafi non ha rispettato gli impegni per un cessate il fuoco. Il Pentagono ha rivelato che navi e sottomarini Usa e britannici hanno lanciato oltre 110 missili Tomahawk e che non sono impegnate truppe di terra.

19.03 01:00
Tripoli avvia le ritorsioni contro l'intervento militare internazionale. Il governo libico fa sapere che non coopererà più con l'Europa nel contrasto all'immigrazione clandestina. L'annuncio arriva da un responsabile della sicurezza libica, citato dalla tv di Stato. Già in passato il regime di Gheddafi aveva messo in guardia l'Unione europea, minacciando una "invasione" di immigrati provenienti dalle sue coste.
La contraerea libica entra in azione a Tripoli, in risposta a quello che sembrerebbe un raid aereo sulla capitale. I tiri antiaerei si sono alternati a forti esplosioni.
Non è chiaro quale sia l'obiettivo dell'attacco. A Tripoli sorge la residenza fortificata di Muammar Gheddafi. Il regime libico fornisce intanto un primo bilancio delle vittime dei raid della coalizione internazionale: i morti sarebbero 48.
Secondo una fonte ufficiale statunitense, le difese antiaeree libiche sono state "seriamente danneggiate". Lo riferisce il quotidiano francese Le Monde sul suo sito internet. Oltre 110 missili da crociera Tomahawk hanno colpito 20 diversi obiettivi in Libia. Il Pentagono ha chiarito che questa prima fase di bombardamenti serve a rendere inoffensive le difese libiche.

20.03 02:00
Dopo i caccia francesi, anche i Tornado britannici hanno lanciato raid aerei in Libia. E' quanto annunciano fonti del ministero della Difesa di Londra. Le Forze armate libiche riferiscono che sono state colpite dai bombardamenti le città di Tripoli, Sirte, Bengasi, Misurata e Zuwarah.

20.03 09:30
L'equipaggio di un rimorchiatore d'altura italiano è stato trattenuto nel porto di Tripoli da uomini armati. Lo apprende l'Ansa da fonti qualificate, secondo le quali le persone a bordo sono otto italiani, due indiani e un ucraino.
"Subiamo una crociata con metodi terroristi, ma la nostra terra sarà un inferno per voi. Difenderemo la nostra gloria. Noi vinceremo e voi perderete". Il leader libico Gheddafi è così intervenuto a poche ore dai raid occidentali "Questo attacco è un nuovo nazismo e voi cadrete come Hitler e Mussolini", ha continuato il raìs, ricordando "le sconfitte dell'Occidente in Somalia, Iraq, Afghanistan e contro bin Laden. Noi non faremo mai un passo indietro" e infine "l'Italia ci ha tradito, come la Francia, gli Usa e la Gran Bretagna".

20.03 11:50
Una base aerea libica è stata colpita da una quarantina di bombe sganciate da 3 aerei invisibili ai radar. Si tratta degli Stealth delle forze Usa. Lo dice la tv americana Cbs. Attivi anche i Tornado britannici. Un portavoce della Raf ha detto che sono stati lanciati missili dagli aerei contro strutture nei pressi di Tripoli. Nuove incursioni aeree anche delle forze francesi.

20.03 12:30
"Ho riferito a Napolitano che l'Italia ha ufficialmente notificato al segretario generale dell'Onu e alla Lega Araba la sua adesione alla coalizione per dare seguito alla risoluzione Onu 1973 per salvaguardare la vita dei civili in Libia". Lo ha detto il ministro della Difesa, La Russa, al termine della visita con il capo dello Stato, Giorgio Napolitano, a Palazzo Reale, a Milano.
Il comandante americano Mike Mullen, capo degli Stati maggiori congiunti, ha annunciato che la "no-fly zone" è stata effettivamente imposta sui cieli libici e che non vi è alcun aereo di Gheddafi in volo. In un'intervista alla tv americana Nbc, Mullen ha detto che non vi è alcuna indicazione che il raìs voglia usare armi chimiche. Gheddafi dovrà "prendere delle decisioni" sul suo futuro, dice Mullen, il quale informa che la maggior parte dei raid occidentali hanno "abbattuto" le difese aeree libiche.

20.03 15:00
L'Italia ha messo a disposizione della coalizione impegnata in Libia 8 aerei. Ad annunciarlo è stato il ministro della Difesa, La Russa, a "In mezz'ora". "Ieri sera intorno alle ore 23 abbiamo avuto una richiesta formale di aerei da altri Paesi. Dalle ore 23.59 abbiamo dato disponibilità di 8 aerei trasferendone il comando al comando della coalizione", ha detto. Si tratta di "quattro caccia" intercettori Eurofighter e "quattro Tornado" Ecr "del tipo in grado di neutralizzare i radar", ha aggiunto La Russa.

20.03 17:30
Chiuderà domattina alle 8.30 l'aeroporto civile "Vincenzo Florio" di Trapani. E' la decisione presa questo pomeriggio dopo un incontro avvenuto presso la base militare del 37° stormo di Trapani tra i vertici dell'Aeronautica militare e quelli dello scalo civile, in considerazione delle operazioni in Libia. "Ancora manca una notifica ufficiale -spiegano dall'Airgest, che gestisce lo scalo- ma l'aeroporto chiuderà domani alle 8.30 dopo i primi due voli, che partiranno regolarmente".
Saif Gheddafi ha escluso che l'aviazione libica possa condurre attacchi contro aerei civili. "Il nostro obiettivo è salvare il popolo, specie a Bengasi" ha detto il figlio del rais. Il regime di Tripoli è "molto sorpreso" dal fatto che Barack Obama, "che noi ritenevamo un amico del mondo arabo" abbia deciso di "bombardare la Libia", ha aggiunto, escludendo un passo indietro del Colonnello. "Gli americani capiranno di essersi schierati dalla parta sbagliata", ha concluso.
"Non siamo entrati in guerra, siamo impegnati in una operazione autorizzata dal Consiglio di sicurezza dell'Onu". Lo ha detto il presidente della Repubblica Napolitano, a Milano, sulla situazione in Libia. Le operazioni internazionali "sono rivolte a reprimere le violazioni della pace", come previsto dalla Carta delle Nazioni Unite. "In Libia abbiamo avuto una repressione forsennata e violenta rivolta contro la stessa popolazione libica da parte del governo e del suo leader Gheddafi", ha aggiunto.

continua nella parte 2





Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.