Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

10/12/2010
Alessandria, presentati i dettagli della III Variante strutturale al PRGC.

Questa mattina in Sala Giunta si è svolta la conferenza stampa di presentazione dei dettagli della III Variante Strutturale al Piano Regolatore Generale Comunale alla presenza del sindaco, Piercarlo Fabbio, dell'assessore ai Lavori Pubblici, Giuseppe Giordano, del direttore dell'area servizi di Pianificazione, Sviluppo Territoriale/Economico, Enrico Pelizzone, e del presidente della Commissione Politiche del Territorio, Caridi Giuseppe.
Con l'ultima seduta della Conferenza di Pianificazione, svoltasi mercoledì 1 dicembre 2010, sono state stabilite le condizioni finali per l'approvazione della III Variante, cui è stato espresso parere favorevole condizionato al progetto proposto.
Il progetto definitivo prosegue ora l'iter procedimentale passando all'esame del Consiglio Comunale che, con propria decisione, si esprimerà per l'approvazione definitiva.
"E' stato svolto un massiccio ed importante lavoro di indagine sul territorio, - afferma il sindaco, Piercarlo Fabbio, - secondo gli indirizzi forniti dall'Amministrazione e l'approvazione del Consiglio Comunale permetterà, all'inizio del nuovo anno, di dare piena operatività ad importanti scelte che riguardano lo sviluppo territoriale ed economico di Alessandria.
Questa Variante regola il centro storico, la destinazione d'uso delle ex strutture militari, le aree di costruito nella zona Fraschetta, e la collina e mette la parola fine al PRGC 2000 che ha preso le mosse nel 1986. Su quella base più di così non possiamo fare.
Sistemato il passato possiamo ora iniziare ad operare sul futuro e ragionare sul nuovo Piano Regolatore Generale Comunale".
L'assessore all'Urbanistica, Giuseppe Giordano, soddisfatto per il passaggio positivo, ha commentato: "Aumentano i livelli di salvaguardia, specie per la collina, e molte questioni aperte da anni in città - come l'individuazione del centro storico - vengono finalmente risolte.
Inoltre in questa variante sono state normate alcune questioni importanti come le case in terra cruda, i pozzi di acqua potabile e la produzione di energia da fonti rinnovabili.
Chiudiamo anche la questione Cittadella. L'area viene qualificata come servizi di interesse pubblico, quindi niente abitazioni o centri commerciali ".
"Questo documento esamina in modo puntuale tanti aspetti per risolvere svariate questioni -conclude Enrico Pelizzone, direttore dell'area Servizi di Pianificazione, Sviluppo Territoriale/Economico - per esempio nel centro storico consente l'utilizzo degli interrati da destinare a box auto con meccanismi tecnici interessanti per valorizzare aree con alcune caratteristiche ben definite; in collina lo studio del rischio idro-geologico ha consentito di individuare circa ventotto aree diverse, con caratteristiche peculiari che individuano gli interventi possibili in ogni zona in base alle caratteristiche proprie dell'area. E' un progetto forte di tutela e conservazione. Le aree residenziali sono state definite in funzione della antropizzazione reale del territorio; sono state individuate le fasce di rispetto dei pozzi, delle discariche e dei depuratori e sono state risolte molteplici problematiche legate alle aree di rischio archeologico. L'innovazione più importante però riguarda la possibilità di traslare la potenzialità fondiaria di tali aree. Siamo uno dei pochi comuni in Italia ad aver introdotto questa norma. Infatti per le aree in cui sussiste un vincolo archeologico è possibile trasferire la potenzialità edificatoria di tali aree considerando la volumetria 'virtuale', relativa al lotto, in altre zone residenziali ad eccezione dell'area del centro storico. Ciò consente di non penalizzare le proprietà delle aree sottoposte a vincolo archeologico e di tutelare al tempo stesso in maniera forte i vincoli in questione. E' sostanzialmente un meccanismo tecnico di 'perequazione urbanistica' della rendita fondiaria in tali ambiti."




Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.