Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

27/10/2010
Nuova misura per rafforzare il sistema produttivo del Piemonte.

“Con questa iniziativa diamo, con uno sforzo economico totale di 25 milioni di euro, un’importante opportunità alle nostre aziende per la qualificazione e il rafforzamento del sistema economico piemontese perseguendo tre finalità principali: salvaguardare l’occupazione, stimolare la creazione di nuovi posti di lavoro, creare le condizioni favorevoli per la ripresa produttiva”: l’assessore allo Sviluppo economico, Massimo Giordano, commenta così l’approvazione definitiva della misura denominata “Più Sviluppo”.

L’obiettivo è qualificare e rafforzare tutti i settori del sistema produttivo piemontese, con particolare riferimento al manifatturiero e ai servizi alla produzione, sostenendo tutte le realtà economico-imprenditoriali che abbiamo una stabile organizzazione in Piemonte, al fine di consentire loro di recuperare posizioni sul mercato e di creare occupazione.

“Rispetto ad altri strumenti del Piano straordinario per l’occupazione - precisa Giordano - questa misura si rivolge alle realtà già esistenti e stabili in Piemonte con almeno un’unità produttiva, operativa o di ricerca. Diamo sostegno a progetti di investimenti che, per dimensione finanziaria e complessità nelle procedure, non sarebbero altrimenti finanziabili con i bandi in vigore”.

La misura “Più Sviluppo” è suddivisa in due diversi assi di intervento: 10 milioni per investimenti iniziali e/o aggiuntivi di imprese per un importo di almeno 6 milioni; progetti di ricerca e sviluppo i cui costi ammissibili per impresa siano superiori a 3 milioni di euro e siano non altrimenti agevolabili con gli altri strumenti regionali. Le aziende interessate a quest’ultimo tipo di finanziamenti possono già visionare il bando. La natura dell’aiuto, per tutte e due le tipologie di intervento, sarà un contributo a fondo perduto (piccole, medie e grandi imprese e organismi di ricerca) e/o un finanziamento agevolato (solo piccole e medie imprese). L’ente gestore è Finpiemonte, che effettuerà controlli anche presso i soggetti allo scopo di verificare lo stato di attuazione degli investimenti e delle spese che beneficiano dell’agevolazione, il rispetto degli obblighi e dei vincoli, i requisiti di accesso.

“E’ importante specificare - rileva l’assessore - che nel caso dei progetti di ricerca le proposte devono avere prevalenti ricadute nel territorio piemontese in termini di investimenti e successiva produzione di beni derivanti dall’attività stessa. Altra caratteristica è l’utilizzo di una procedura di approvazione dell’aiuto negoziata con l’impresa, anche al fine di ottenere maggiori garanzie circa l’incremento o il mantenimento dei livelli occupazionali”.





Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.