Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

04/08/2010
Basta con le visite di accertamento agli invalidi gravi.

Il presidente della Regione, Roberto Cota, chiede ai direttori delle aziende sanitarie piemontesi di applicare rigorosamente una norma che aiuta i cittadini più in difficoltà, quali invalidi gravissimi e portatori di patologie irreversibili, che per non perdere i benefici di legge sono chiamati a visite di controllo periodiche che, purtroppo, sono soltanto inutili e crudeli perché da certe malattie e da alcuni stati di invalidità non si può guarire. Cittadini che invece, per legge, non dovrebbero essere costretti a sopportare una sofferenza supplementare in quanto un decreto ministeriale del 2 agosto 2007 individua dodici patologie per le quali lo stato di invalidità, una volta accertato, non deve essere soggetto a visite periodiche.

In una lettera inviata ai direttori, Cota scrive: “Poiché pervengono segnalazioni di pazienti che, nonostante rientrino nelle citate patologie, sono convocati per visite di controllo, è verosimile che non tutte le Asl abbiano dato attuazione al decreto ministeriale. Queste problematiche sono state anche oggetto di uno specifico ordine del giorno approvato dal Consiglio regionale nella seduta del 30 luglio scorso. Tenendo conto della citata normativa e dell’esigenza imprescindibile di rispetto della dignità delle persone affette da gravi patologie, invito caldamente le SS.LL. a trasmettere all’Inps con la massima tempestività l’elenco delle persone accertate con le patologie di cui al decreto citato, nonché la documentazione relativa”.

Le patologie interessate sono: insufficienza cardiaca di classe NHYA, insufficienza respiratoria in trattamento continuo di ossigenoterapia o ventilazione meccanica, perdita della funzione di rene non trapiantabile, perdita bilaterale di arti, menomazioni non emendabili dell’apparato osteoarticolare, epatopatie con compromissione persistente del sistema nervoso, patologia oncologica con compromissione di organi o apparati, patologie e sindromi neurologiche, patologie cromosomiche, patologie mentali con gravi deficit neuropsichici, deficit totale della visione, deficit totale dell’udito.




Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.