Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

17/05/2010
Calcio Eccellenza: playoff e playout portano bene a Novese e Castellazzo

Weekend di spareggi per due formazioni alessandrine del campionato di Eccellenza. Nei playoff sabato la Novese ha vinto 1 a 0 in casa sul Canelli. La rete che ha deciso la sfida è arrivata al 27' della ripresa con Di Gennaro. Per salire in serie D la Novese dovrà ora battere i lombardi del Castiglione Savoia.
Nei playout di Eccellenza il Castellazzo pareggia 1-1 nel match casalingo di fronte ai rossoblu del Corneliano. I biancoverdi di Stefano Lovisolo mettono in campo grinta e determinazione e ottengono quel pari che, in virtù della migliore posizione in classifica rispetto ai cuneesi ottenuta in regular season, conquistano la permanenza nel campionato di Eccellenza. Dopo anni giocati all'insegna della lotta per salire in serie D, in questa stagione i castellazzesi, lasciati “soli” dalla partenza dello staff dell'ex Presidente Gaffeo, si sono dovuti arrangiare costruendo una compagine giovane. Inizialmente qualcuno parlava già di destino segnato per i biancoverdi di Lovisolo: la retrocessione in Promozione pareva cosa inevitabile. Invece, malgrado una stagione sofferta e tribolata, Frisone e compagni hanno saputo tenere a galla la zattera andando ai playout con il vantaggio della migliore classifica rispetto al Corneliano. E questo fattore è stato determinante per rendere utile l' 1 a 1 di quest'oggi.
Di fronte a circa 400 spettatori, di cui una cinquantina provenienti dal cuneese, l'avvio del match è stato spigoloso: la posta era pesante e le due squadre sono apparse rallentate dalla paura di esporsi. Dopo una punizione di Taverna controllata con sicurezza dal portiere Tagliapietra, al 13' Piana è lanciato a rete ma viene bloccato dall'uscita disperata dell'estremo cuneese. Al 15' ci prova ancora il Castellazzo con Mobilia, ma sull'uscita di Tagliapietra il numero nove di casa calcia alto.
Il Corneliano si scuote e al 21' Ferretti cade in area su una pericolosa incursione. Rigore? L'arbitro dice di no e ammonisce lo stesso Ferretti. Alla mezz'ora una bella girata di Di Stefano è parata con bravura da Frisone. Al 35' su punizione dalla tre quarti, Marrazza calcia in piena area esaltando la bravura del portiere di casa. Al 42' Marvulli è una furia sulla sinistra, si beve due avversari, mette in mezzo, Nastasi calcia a colpo sicuro, ma un difensore locale salva.
La ripresa sui apre con il Corneliano in avanti: al 3' un'incornata di Nastasi finisce fuori di poco. All'8' un angolo dalla destra porta alla schiacciata di testa di Ferretti, sembrerebbe gol, ma proprio sulla linea un difensore rinvia.
Nel momento di maggior pressione del Corneliano, al 12' il Castellazzo passa: angolo dalla sinistra, sul secondo palo è appostato Piana, che di testa insacca.
Per il Castellazzo, che può permettersi anche il pari per salvarsi, sembrerebbe fatta, ma i rossoblu di mister Merlo non demordono e al 19' pareggiano, con un colpo di testa di Ferretti su cross dalla destra. Gli ultimi venticinque minuti sono al cardiopalma: gli ospiti si gettano in avanti alla disperata e il Castellazzo soffre. Al 32' un'incursione del Corneliano sulla destra vede l'uscita avventurosa di Friso, che conquista palla, poi la perde e poi la riconquista col fiatone.
Al 43' c'è l'ultimo brivido: Ferretti è lanciato tutto solo a tu per tu col portiere locale, è defilato a sinistra, calcia in diagonale e la palla fa la barba al secondo palo ed esce.
Sei minuti dopo arriva il triplice fischio che porta ai festeggiamenti biancoverdi: tutti in campo ad esultare per una salvezza meritata, che permette alla società castellazzese di poter programmare il 2010-2011 con la giusta tranquillità.

Castellazzo-Corneliano 1-1

Reti: 12' St Piana (Ca), 19' Ferretti (Co).

Castellazzo: Frisone, Marcon, Giuliano (24' ST Benatelli), Marinello, Zampella, Liberati, Rosset, Taverna, Mobilia (10' ST Cimino), Cardinali Piana (28' ST Zamburlin).
Allenatore: Lovisolo.

Corneliano: Tagliapietra, Ieri, Marvulli, Marrazza (35' ST Berbotto), Rignanese, Nastasi, Ventrella (13' ST Revello), Falzone (13' ST Plado), Ferretti, Maghenzani, Di Stefano.
Allenatore: Merlo.

Arbitro: Miele di Torino.

Note: giornata di sole. Terreno in perfette condizioni. Ammoniti, Taverna, Ferretti, Plado e Maghenzani. Angoli 5 a 4 per il Corneliano. Spettatori circa 400 di cui una cinquantina di ospiti.




Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.