Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

09/03/2010
Internet veloce in tutto il Piemonte, accordo per 192 comuni.

La banda larga arriverà anche nei 192 Comuni piemontesi che ne sono ancora sprovvisti grazie ad un accordo di programma che verrà siglato dalla Regione con il ministero dello Sviluppo economico.
Il documento, approvato l’8 marzo dalla Giunta regionale su proposta della presidente e degli assessori all’Agricoltura e all’Innovazione, comporta un onere economico di 14.748.000, coperti per 6 milioni dal Ministero, per 7.290.000 dalla Regione con i fondi del Programma di sviluppo rurale del Piemonte 2007-2013 e per i rimanenti 1.458.000 con il relativo gettito Iva.

Entro tre mesi dalla firma saranno individuati i territori su cui intervenire e le modalità di esecuzione degli interventi, per la cui realizzazione ci sarà tempo fino al 31 dicembre 2015. L’obiettivo è di abilitare la diffusione dell’offerta di connettività a 20 Mbit/s.

Attualmente in Piemonte esiste un livello di copertura tale da garantire la connessione a banda larga di tipo terrestre (ovvero su infrastrutture a terra) a 1.155 Comuni su 1.206. Per lo sviluppo della rete sono necessari investimenti infrastrutturali, soprattutto in fibra ottica, nelle aree svantaggiate.
Attualmente, il 3,1 per cento della popolazione risulta afflitta da “divario digitale”. Nell’ambito del Piano regionale per lo sviluppo della banda larga (Programma Wi-Pie), sono già stati realizzati interventi infrastrutturali per un valore complessivo di 30 milioni di euro: si tratta di una dorsale multiservizio in fibra ottica che permette l’accesso a pubbliche amministrazioni, cittadini, imprese, atenei e mondo della ricerca (per un totale di 11 nodi di accesso localizzati in punti strategici del territorio e circa 900 chilometri di fibra ottica) e di un’infrastruttura in fibra ottica di 770 chilometri per diffondere capillarmente l’opportunità di accesso alla banda larga mediante la realizzazione di dorsali che, partendo dai capoluoghi di provincia, si sviluppano verso le aree periferiche di ciascun territorio provinciale.

A fianco delle tradizionali soluzioni basate sulla rete telefonica, si è affermata una copertura a banda larga da parte di operatori senza fili, che ormai, sia per territorio coperto che per capacità offerta, è divenuta una valida e importante alternativa all’Adsl, specialmente nelle aree rurali. La combinazione delle due soluzioni ha portato le percentuali di utilizzo della banda larga in Piemonte al 45,5 per cento per le famiglie ed a 90,1 per cento per le imprese (a livello nazionale, la media è del 31 per cento per le famiglie e dell’81 per cento per le imprese).




Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.