Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

16/12/2009
Alessandria, Capodanno 2010 in Piazza della Libertà.

Muoversi all'unisono, aggregati dalla musica, per essere protagonisti assoluti del Capodanno 2010 in Piazza della Libertà. L'idea nasce dall'impresa realizzata dal gruppo americano "Black Eyed Peas" a Chicago. Il gruppo ha reso omaggio ad Ophra Winfrey organizzando una "coreografia" che ha fatto il giro del mondo. Protagonista era il pubblico che, sulle note del famosissimo "I gotta feeling", ha ballato all'unisono.

Parte da qui l'idea per salutare tutti insieme l'ultimo giorno del 2009 ad Alessandria. Una sorta di sfida all'impresa americana realizzata in Italia, ad Alessandria per la precisione. Tutti i cittadini che si muovono insieme come un cuore che pulsa e che ci porta direttamente al 2010. Uno accanto all'altro, ognuno col supporto del vicino, accomunati dallo stesso obiettivo!

Un progetto, questo, che ha bisogno del supporto di tutti i cittadini che sono invitati in Piazza della Libertà a partire dalle 22.00 del 31 dicembre. Ad accoglierli ci sarà Max Laudadio che trascinerà i presenti in un vortice di musica e spettacolo. È stata studiata una coreografia molto semplice che vedrà il supporto anche delle scuole di danza di Alessandria che, mischiate tra il pubblico, potranno aiutare tutti ad imparare i pochi passi del balletto. Un video, poi, inserito sul sito internet del Comune e distribuito nei locali pubblici della città, aiuterà tutti ad arrivare in piazza conoscendo già i passi della coreografia.

Gli alessandrini potranno provare il balletto nel corso della serata per arrivare poco prima della mezzanotte al momento clou in cui verrà realizzato un filmato che fermerà con le immagini questo momento di aggregazione ed energia della città intera.

Prima e dopo si potrà ballare sulle note de I Gemini e della band di Studio 54 che proporrà la musica degli anni '70 ed '80 per un effetto dance assicurato. Dopo il brindisi lo spettacolo di fuochi pirotecnici a cura di Telesforo Morsani saluterà il 1° gennaio 2010, mentre un DJ chiuderà la notte di Capodanno ad Alessandria.

Sarà, inoltre, allestito un DJ set nel quale potranno alternarsi alla consolle dj selezionati fra quanti invieranno una demo di massimo 2 minuti all'indirizzo e-mail ufficio.stampa@comune.alessandria.it citando nell'oggetto 'Selezione per dj set'.

E se gli americani hanno realizzato la grande impresa di far ballare migliaia di persone tutte insieme, ora tocca agli italiani rispondere per le rime........ Alessandria potrebbe diventare la nuova Chicago!!!




Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.