Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

20/11/2009
Massacro dei servizi, la Regione giudica così il nuovo orario ferroviario.

“Quello che si prefigura è un vero massacro nelle fasce dei servizi intermedi”: l’assessore regionale ai Trasporti, Daniele Borioli, commenta una così prima analisi dell’orario ferroviario nazionale (non di competenza dell’ente) in vigore dal 13 dicembre.

“Dobbiamo fare ancora tutti gli approfondimenti del caso - osserva Borioli - ma quello che è certo è che sui ‘collegamenti veloci’ Intercity, Eurostarcity e Eurocity, assistiamo a una vera e propria desertificazione del servizio: cancellato ogni collegamento diretto con la Puglia, con Venezia e Trieste”.

“Un servizio decapitato - rincara la presidente Mercedes Bresso - Anche sul fronte della Torino-Milano, ci sentiamo presi in giro: due città sempre più vicine, con una linea completamente nuova, per sole sette coppie Frecciarossa. I servizi veloci sono indubbiamente importanti ma, come abbiamo più volte sottolineato, non possono e non devono andare a discapito dei pendolari. Evidentemente le Ferrovie mentre lanciano la sfida all’aereo, si dimenticano quella, forse più importante, verso l’auto”.

Borioli rileva che “sulla Torino-Milano il servizio è azzoppato: ci sono le sette coppie di treni AV, ma in alcune fasce restano solo i regionali a coprire la tratta lasciando un buco di collegamenti veloci di sei ore, tra le 8 e le 14, in andata e di tre ore, tra le 18 e le 21 al ritorno. Nel Piemonte sud-orientale poi, resta un solo collegamento verso Roma, e l’alternativa, scomoda, è passare per Milano. Sul Verbano, se è vero che vengono mantenute le fermate a Stresa, e anzi se ne aggiunge una, vengono totalmente bypassate le stazioni di Verbania e Arona dei treni ex-Cisalpino. A questo si aggiunge un buco di cinque ore, tra le 10 e le 15, tra Domodossola e Milano in andata e di altrettante tra Milano e Domodossola al ritorno, tra le 12 e le 17”.

“Il nuovo orario regionale - conclude Borioli - contiene poche modifiche. Procederemo nei prossimi giorni ad un’analisi dettagliata per verificare tutti i cambiamenti”.




Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.