Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

05/10/2009
I piemontesi producono meno rifiuti, 3° in Italia per la raccolta differenziata.

In Piemonte diminuiscono i rifiuti urbani ed i cittadini sono sempre più virtuosi: in un anno ne hanno prodotti 8 kg in meno a testa.
“Nel 2008 - ha reso noto Nicola de Ruggiero, assessore regionale all’Ambiente, illustrando il 1° ottobre i risultati del consuntivo annuale - siamo arrivati al 48,4% di raccolta differenziata e, scalzando la Lombardia, siamo saliti sul podio, al terzo posto in Italia dopo il Trentino-Alto Adige ed il Veneto. E per il 2009 ci aspetta un dato storico: secondo le cifre provvisorie, la raccolta differenziata supererà per la prima volta quella indifferenziata, più del 50%”.

“Registriamo nuovamente con soddisfazione - ha aggiunto - la costanza di risultati di province come Novara, al 63,3%, Verbania, al 58,2%, e Asti, al 55,8%. E dobbiamo sottolineare una nota di merito per Torino che avanza al 49,2%, un balzo notevole rispetto agli anni passati. Sotto la media regionale restano Alessandria al 45,9% (però con un + 7% rispetto al 2007 grazie all’ottimo lavoro della Provincia), Cuneo al 43,1%, Biella al 41,7%. Ultima e distante, ancora, Vercelli con il 26,3%. Ricordo che chi non ha raggiunto nel 2008 il 40% di differenziata sarà soggetto alle sanzioni previste dalla legge n.24/2002 sulla gestione dei rifiuti: 174 Comuni saranno sanzionati per un milione di euro, che le Province reinvestiranno in progetti di miglioramento della raccolta differenziata”.

Nel 2008 sono diminuiti anche i rifiuti indifferenziati avviati a smaltimento, che si attestano su circa 1.160.000 tonnellate. “Per fare un paragone - continua l’assessore - siamo tornati al 1986, quando i rifiuti totali smaltiti in discarica, la differenziata non esisteva, erano circa 1,3 milioni di tonnellate”.

“Ma il dato che più ci sta a cuore - ha sottolineato de Ruggiero - è la produzione complessiva pro capite dei rifiuti. Anche nel 2008 scende, passando da 516 kg prodotti da ciascun piemontese nel 2007 ai 507,971 del 2008. E’ circa l’1,6% in meno, una riduzione che, sommata a quella dell’anno precedente, porta in due anni a -2,7%. E anche se non si tratta di un valore molto alto, lo si può interpretare come un segnale di tendenza ormai inequivocabile. Probabilmente, è più significativo mettere in risalto che le 80mila tonnellate risparmiate allo smaltimento nel 2008 rappresentano la produzione totale di rifiuti di una popolazione di circa 160mila abitanti. E’ il frutto dell’impegno dei cittadini e delle politiche di riduzione che Regione, Province, Comuni e singoli cittadini hanno messo e mettono tuttora in campo. La prossima sfida sarà l’eliminazione dei sacchetti di plastica per la spesa, insieme alla raccolta differenziata di qualità”.

L’assessore ha inoltre annunciato che la Giunta regionale ha approvato la proposta di Piano sui rifiuti urbani. Il documento di programmazione per il periodo 2009-2015, che inizia così un lungo iter di consultazioni e dibattito prima di essere definitivamente approvato dal Consiglio regionale, ha tra i suoi obiettivi anche quello di definire l’impiantistica regionale per la valorizzazione energetica dell’indifferenziato e per il trattamento dell’organico.




Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.