Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

05/10/2009
Il Piemonte fronteggia la nuova influenza.

Per fare fronte all’arrivo della nuova influenza A/H1N1 il Piemonte punta sull’istituzione del triage telefonico da parte dei medici e dei pediatri di famiglia, sul potenziamento della guardia medica e sull’apertura prolungata degli ambulatori pediatrici.
È quanto previsto da due protocolli d’intesa firmati dall’assessorato regionale alla Tutela della salute e Sanità e dalle organizzazioni sindacali Fimmg (Federazione italiana medici medicina generale) e Fimp (Federazione italiana medici pediatri), in cui vengono definite le misure di contrasto alla malattia che si dovranno attivare sul territorio regionale in caso di una sua ampia diffusione.

Gli accordi - presentati il 1° ottobre dall’assessore Eleonora Artesio, da Nico Sciolla della Fimp e da Giulio Titta della Fimmg - stabiliscono che, qualora i dati della sorveglianza epidemiologica evidenzino un picco di sindromi influenzali riconducibili al virus A/H1N1, l’Unità di crisi regionale possa attivare un piano straordinario di rafforzamento delle cure primarie territoriali che prevede innanzitutto che i medici di famiglia siano contattabili telefonicamente dai propri assistiti dal lunedì al sabato dalle 8 alle 14, cioè quattro ore in più rispetto al consueto orario 8-10. Il medico o un suo sostituito dovrà rispondere direttamente per garantire ai cittadini la possibilità di ricevere le informazioni e le indicazioni terapeutiche di cui necessitano. Nel caso di impossibilità di risposta immediata, il medico dovrà provvedere a richiamare entro un’ora il suo paziente. Dalle 14 alle 20, invece, a essere reperibili telefonicamente saranno i medici di continuità assistenziale, servizio normalmente attivo solo dalle 20. Oltre che prolungata, l’attività della guardia medica sarà anche incrementata nei giorni prefestivi, festivi e notturni, con l’aumento degli organici a disposizione. A tal fine, il testo sottoscritto oggi autorizza tutta una serie di deroghe alle regole sugli orari e sui carichi di lavoro dei medici previsti dal contratto di categoria.

Per i bambini, invece, i pediatri di famiglia, che per contratto già garantiscono la contattabilità telefonica dal lunedì al venerdì fino alle 19, estenderanno questa disponibilità anche il sabato dalle 8 alle 14. Inoltre, i professionisti che operano in studi singoli dovranno assicurare l’apertura dell’ambulatorio, oltre che nel solito orario già definito, tre ore in più il lunedì e il venerdì, mentre coloro che lavorano in gruppo dovranno passare dalle attuali cinque alle otto ore giornaliere dal lunedì al venerdì. Il sabato, invece, sarà attivato sul territorio di ciascun distretto un punto di assistenza pediatrica aperto quattro ore al mattino e quattro al pomeriggio.

"Con questi accordi - sostiene Artesio - saremo in grado di garantire alla popolazione un’assistenza per 24 ore in caso di epidemia influenzale, così come richiesto dal viceministro alla Salute, Ferruccio Fazio. Il nostro obiettivo è fare in modo che i cittadini trovino una risposta sanitaria adeguata vicino a casa, evitando ricorsi massicci e inappropriati al pronto soccorso”.

Per quanto riguarda le vaccinazioni, assessorato e Fimmg hanno concordato che siano le Asl, attraverso i propri servizi, a farsi carico della vaccinazione degli adulti contro il virus A/H1N1, mentre tutta l’attività di immunizzazione contro l’influenza stagionale per i soggetti non interessati dalla campagna per la nuova influenza sarà effettuata dai medici di famiglia. Con la Fimp, invece, si è stabilito che i pediatri collaborino a entrambe le vaccinazioni, secondo le diverse modalità già in atto in ciascuna azienda.




Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.