Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

15/09/2009
Alessandria, molte proteste per il sovrapasso di Spinetta.

Tre interrogazioni urgenti, aventi come argomento la stessa problematica e la medesima richiesta di “porre urgente rimedio”, sono state presentate in Regione Piemonte, alla Provincia di Alessandria e in Comune ad Alessandria, rispettivamente dal Consigliere Regionale Marco Botta, dal Consigliere Provinciale Federico Riboldi e dal Consigliere Comunale Mario Bocchio. Sotto accusa le “gravi complicazioni per chi deve percorrere l’ex Statale 10, a causa dei lavori di consolidamento della linea ferroviaria Torino-Bologna a Spinetta Marengo”.
“L’Amministrazione Provinciale di Alessandria, tramite un’ordinanza del Settore Vabilità - si legge nelle interrogazioni - ha imposto nuove limitazioni al traffico e alla struttura, così come richiesto dalla Ditta “Contrade srl”, che sta effettuando i lavori. Il traffico sul sovrappasso è consentito solo ai mezzi inferiori alle 3,5 tonnellate, a non oltre 30 chilometri orari e percorrendo insidiose strettoie delimitate da barriere New Jersey in calcestruzzo, mentre per i mezzi pesanti sono stati individuati lunghi percorsi alternativi. I provvedimenti non sono stati per nulla annunciati e gli utenti sono stati messi praticamente davanti al fatto compiuto, con l’aggravante che la segnaletica è per niente chiara e comprensibile”.
“Da qualche mese il traffico sul sovrappasso era già limitato in entrambe le direzioni su due delle quattro corsie - sottolineano i tre esponenti del PDL - Per arrivare da Alessandria oppure dalle direzioni di Tortona e Novi Ligure, una volta percorse le deviazioni, si devono imboccare veri e propri budelli ricavati dalle barriere New Jersey in calcestruzzo e segnalati con poco anticipo.

Tutto ciò, soprattutto nelle cosiddette “ore di punta” compromette seriamente il normale scorrimento del traffico, dando vita a evidenti disagi” Secondo l’ordinanza provinciale, i mezzi pesanti che da Alessandria devono recarsi a Tortona, devono percorrere la provinciale di Marengo sino all’intersezione con la Spinetta-Sale, la Spinetta-Sale sino all’intersezione con l’ex Statale della Lomellina oppure quest’ultima. E percorsi inversi per la direzione Tortona-Alessandria.
Per la direzione Alessandria-Pozzolo-Novi Ligure sono stati previsti i primi due percorsi consigliati per Alessandria-Tortona oppure la stessa ex Statale della Lomellina, sino all’intersezione con la comunale delle Ghiare, nel territorio di Pozzolo.

“La segnaletica è poco chiara e insufficiente per chi proviene da altre province e non conosce pertanto il territorio - rimarcano Botta e Riboldi - In più si sta creando un problema di sicurezza e di impatto ambientale legato al transito dei mezzi pesanti nei vari centri abitati interessati dai percorsi alternativi”. “Dopo i vecchi biblici tempi di attesa necessari a percorrere il tratto Spinetta-Alessandria - puntualizzano Botta e Bocchio - oggi siamo nuovamente davanti al rischio fondato di una modifica viaria che inchioderà, ogni giorno, migliaia di alessandrini in code infinite. Bisogna assolutamente correggere il tiro altrimenti non potrebbero anche essere danneggiati i livelli standard degli interventi di pronto soccorso tramite le ambulanze, proprio per via dei quello che è un vero e proprio “giro dell’oca”.

Ce lo hanno già fatto presente diversi operatori del soccorso: “Sapt qual è il problema? Che noi - ci hanno detto - lavoriamo su tempi calcolati per raggiungere un incidente. Se hai ritardi anche minimi, metti a rischio la vita di qualcuno e poi finisci anche davanti a un giudice. Vi pare normale?””. “Ma quanto dureranno i lavori? - chiedono di conoscere i tre Consiglieri del PDL - La stessa Direzione dei lavori prevede che occorreranno alcuni mesi, troppi con una simile modifica della circolazione. E come mai, gli stessi lavori non vengono svolti quotidianamente, visto che il cantiere è frequentemente deserto?”.





Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.