Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

08/09/2009
Valenza, intitolazione alle vie ai sindaci.

Giovanni Dogliotti (Valenza, 1911 -1986) Maestro incassatore, operaio della ditta Illario Carlo e F.lli. Sindaco della Città di Valenza dal 1951 al 1956. Guido Marchese (Valenza, 1906- Roma 1988) Viaggiatore e contitolare della ditta Marchese Giuseppe e Figli. Commendatore della Repubblica per merito di lavoro. Sindaco della Città di Valenza dal 1945 al 1951.

Nel corso delle tradizionali celebrazioni che Valenza dedica ogni anno all’eccidio della “Banda Lenti” perpetrato dai nazi-fascisti il 12 settembre del 1944, si inseriscono in questo 65° anniversario alcune iniziative di grande valore e significato tese a consolidare la memoria storica della Città rispetto ai protagonisti della vita politica e amministrativa degli scorsi decenni.
L’Amministrazione Comunale ha ritenuto particolarmente importante e significativo intitolare due nuove vie cittadine a Sindaci che furono alla guida di Valenza negli anni immediatamente successivi al ventennio fascista ed al tragico conflitto mondiale che insanguinò anche la Città.
Si tratta di Guido Marchese, Sindaco dal 1945 al 1951 e di Giovanni Dogliotti, che fu primo cittadino dal 1951 al 1956.
A loro ed agli altri amministratori del tempo, il merito di avere assicurato la ripresa del confronto e dell’azione politica ed amministrativa in anni particolarmente difficili in cui occorreva ricostruire la prassi della democrazia e della partecipazione, riavvicinare i cittadini alla vita pubblica ed intraprendere un’opera di ricostruzione dei servizi della Città nel suo complesso.
Marchese, “Sindaco della Liberazione”, indicato dal CNL e successivamente riconfermato dopo le elezioni amministrative del 1946, è stato il primo cittadino che ha materialmente guidato Valenza negli anni della ricostruzione economica, sociale e del tessuto democratico. Dogliotti, Sindaco di matrice operaia ed espressione del mondo orafo che andava affermandosi e rafforzandosi, guidò la Giunta Comunale dopo le elezioni del 1951 per cinque anni con grande impegno ed estrema dedizione. L’intitolazione delle vie cittadine diventa quindi un omaggio ai protagonisti di una età che sembra lontana ma che, con le sue grandi difficoltà, gli entusiasmi e la ricchezza e vivacità del dibattito, pose le premesse per i successivi sviluppi della vita democratica della Città.

CERIMONIA IN MEMORIA DI GIUSEPPE NEBBIA
Su iniziativa del Presidente del Consiglio Comunale Germano Tosetti, fatta propria durante una seduta del Consiglio dall’intera Assemblea, sempre nel contesto delle celebrazioni del 65° Anniversario dell’eccidio della “Banda Lenti” avverrà una iniziativa di ricordo del partigiano Giuseppe Nebbia, scomparso proprio un anno fa.
L’iniziativa si terrà presso il Cippo commemorativo sito sulle sponde del Po dove la mattina del 25 aprile 1945, giorno della Liberazione, i nazi-fascisti, dopo uno scontro con un gruppo di partigiani che avevano catturato un fascista in fuga, fucilavano i partigiani stessi. Si tratta di Mario Nebbia, Giuseppe Nebbia, Carlo Tortrino e Giovanni Valeriani.
Giuseppe Nebbia sopravvisse miracolosamente all’eccidio portando per sempre nel cuore il segno di questa tragica vicenda. Negli anni successivi Giuseppe Nebbia si impegnò costantemente nelle iniziative a ricordo e a difesa dei valori dell’antifascismo e della Resistenza.





Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.